Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

POIn TURISMO

Il Programma Operativo Interregionale "Attrattori culturali, naturali e turismo" (POIn), punta a promuovere e sostenere lo sviluppo economico e sociale delle Regioni dell'Obiettivo Convergenza, attraverso la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e paesaggistiche in esse localizzate. In particolare determina le condizioni per aumentare l'attrattività turistica dei territori regionali attraverso interventi tesi al rafforzamento ed alla qualificazione delle infrastrutture e dei servizi per la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché delle strutture e dei servizi di ricettività e di accoglienza secondo i più elevati standard internazionali di riferimento.

L'adesione del POIn al "Piano di Azione Coesione per il miglioramento dei servizi collettivi al Sud" (PAC), varato dal Consiglio dei Ministri dell'11 maggio 2012, ha comportato l'avvio del processo di revisione del Programma, che, recependo gli indirizzi di riprogrammazione indicati dal Piano, ribadisce l'orientamento dell'azione programmata a risultati percepibili ed apprezzabili, da realizzare attraverso la concentrazione delle risorse su interventi di rilevanza strategica per la valorizzazione del patrimonio culturale e naturale, anche a fini turistici.

Nel quadro della programmazione delle politiche regionali di sviluppo per il periodo 2007-2013, di cui al Quadro Strategico Nazionale, l'Italia affronta la sfida dello sviluppo economico e sociale del Mezzogiorno nel settore del turismo introducendo, affianco ai tradizionali programmi operativi regionali (i POR), un livello di programmazione a scala sovra-regionale, attraverso il Programma Operativo Interregionale "Attrattori culturali, naturali e turismo" (POIn).

Il POIn, in questo senso, costituisce lo strumento principale attraverso cui promuovere e sostenere lo sviluppo socio-economico delle Regioni del Mezzogiorno attraverso la valorizzazione, il rafforzamento e l'integrazione su scala interregionale del patrimonio culturale, naturale e paesaggistico in esse custodito.

In quest'ambito, il Programma contribuisce direttamente al perseguimento della Priorità 5 del QSN "Valorizzazione delle risorse naturali e culturali per l'attrattività e lo sviluppo".

Il Programma seleziona quale ambito specifico di intervento la valorizzazione a fini turistici delle risorse culturali e naturalistiche, nella consapevolezza che queste rappresentino l'elemento distintivo dell'offerta nazionale e un vantaggio competitivo fondamentale, in particolare per le regioni Convergenza, rispetto all'offerta di altri paesi concorrenti.

Nella rimodulazione del POIn si rafforzano gli elementi, già presenti nelle indicazioni del QSN, che conducono alla programmazione di azioni di valorizzazione del patrimonio culturale e naturale caratterizzate da elevata concentrazione, da realizzare in ambiti circoscritti di rilevanza strategica a livello nazionale e internazionale (Aree di attrazione culturale e naturale), selezionati secondo criteri tassativi legati all'avanzamento progettuale (cantierabilità) degli interventi, all'effettiva verificabilità (ex ante) dei risultati conseguibili, alla sostenibilità gestionale.

Il Programma sarà imperniato su tre direttrici strategiche prioritarie:

  • la valorizzazione di un sistema di aree caratterizzate da elevata capacità di attrazione culturale e naturale , attraverso cui elevare l'attrazione turistica dell'area CONV sui mercati mondiali;
  • l'attivazione di filiere produttive collegate alle politiche di valorizzazione del patrimonio e al turismo di qualità, innescate grazie al contributo di interventi caratterizzati da una rilevante massa critica, anche grazie alla realizzazione di una politica unitaria di promozione del sistema delle risorse di eccellenza;
  • l'attivazione di misure di supporto alla crescita delle capacità gestionali e operative delle amministrazioni coinvolte nella programmazione e nell'attuazione del Programma e delle conseguenti strategie di valorizzazione.

Per approfondimenti sul Programma, le Strutture di gestione, bandi e documenti, consultare il sito ufficiale: www.poinattrattori.

Autorità di Gestione: www.pointurismo.eu


Regione Puglia
Struttura di Progetto dirigenziale Gestione tecnica, procedurale, finanziaria e progettuale POIn e PAIn

Dirigente ad interim: Francesco Palumbo, direttore Area Promozione Territorio, Saperi e Talenti
Via Gobetti, 26 – BARI - Tel. 080 5405615 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Segreteria struttura di progetto

Via Zanardelli, 50 – Bari – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Rosa Corvino – Tel.080 5406508 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ivana Ambrosio – tel. 080 5405666 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.