Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

P.O. 2014-2020

Il Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Puglia, adottato dalla Commissione Europea, dispone di una dotazione finanziaria di 1.64 miliardi di euro, in grado di generare investimenti di oltre 2,1 miliardi di euro.

Sei sono le priorità economiche, ambientali e sociali del PSR 2014-20:
• Promuovere il trasferimento di conoscenze e l'innovazione nel settore agricolo e forestale e nelle zone rurali.
• Potenziare in tutte le regioni la redditività delle aziende agricole e la competitività dell'agricoltura in tutte le sue forme e promuovere tecnologie innovative per le aziende agricole e la gestione sostenibile delle foreste.
• Promuovere l'organizzazione della filiera agroalimentare, compresa la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti agricoli, il benessere degli animali e la gestione dei rischi nel settore agricolo.
• Preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi connessi all'agricoltura e alla Silvicoltura.
• Incentivare l'uso efficiente delle risorse e il passaggio a un'economia a basse emissioni di carbonio e resiliente al clima nel settore agroalimentare e forestale.
• Adoperarsi per l'inclusione sociale, la riduzione della povertà e lo sviluppo economico nelle zone rurali.

Le Misure, invece, riguardano il trasferimento di conoscenze e azioni di informazione; servizi di consulenza, di sostituzione e di assistenza alla gestione delle aziende agricole; regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari; investimenti in immobilizzazioni materiali; ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate misure di prevenzione; sviluppo delle aziende agricole e delle imprese; servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali; investimenti nello sviluppo delle aree forestali e nel miglioramento della redditività delle foreste; costituzione di associazioni e organizzazioni di produttori;  pagamenti agro-climatico-ambientali; agricoltura biologica; cooperazione; sostegno allo sviluppo locale LEADER - (SLTP - sviluppo locale di tipo partecipativo).
In sintesi, le principali quattro Misure in termini finanziari sono gli investimenti in immobilizzazioni materiali con 535 milioni di euro assegnati alla misura 4; pagamenti agro-climatico-ambientali con 233 milioni di euro per la misura 10; agricoltura biologica con 208 milioni di euro per la misura 11; sviluppo delle aziende agricole e delle imprese con 170 milioni di euro assegnati alla misura 6.

Sito web e documenti di riferimento del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Puglia.


Il Programma Operativo Regionale Puglia 2014-2020, approvato con decisione della Commissione europea C(2015) 5854 a luglio 2015, contribuisce alla realizzazione della strategia dell'Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva e per il conseguimento della coesione economica, sociale e territoriale.

Il documento rientra nell’ambito della Politica di Coesione Europea e, in particolare, in riferimento all’Obiettivo “Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione” (Investments for Growth and Jobs).

Gli Assi prioritari sono:
- ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione;
- migliorare l’accesso, l’impiego e la qualità delle TIC;
- competitività delle piccole e medie imprese;
- energia sostenibile e qualità della vita
- adattamento al cambiamento climatico, prevenzione e gestione dei rischi;
- tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali;
- sistemi di trasporto e infrastrutture di rete;
- promuovere la sostenibilità e la qualità dell'occupazione e il sostegno alla mobilità professionale;
- promuovere l’inclusione sociale, la lotta alla povertà e ogni forma di discriminazione;
- investire nell'istruzione, nella formazione e nell’apprendimento permanente;-  rafforzare la capacità istituzionale delle autorità;
- sviluppo Urbano Sostenibile.

QUI il Programma Operativo Regionale Puglia 2014-2020 adottato dalla Commissione Europea.

La Regione Puglia, optando per il programma “plurifondo” nel periodo 2014/2020, ha inteso garantire, sin dalla fase programmatica, la piena integrazione tra fondi – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e Fondo Sociale Europeo (FSE) – a differenza  delle esperienze “monofondo” realizzate nell’attuazione della programmazione 2007-2013. L’interlocuzione con il Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR), agevolata dal programma plurifondo nella nuova fase 2014/20, è stata assicurata a monte nella definizione della complessiva strategia regionale, per il conseguimento degli obiettivi di Europa 2020.

Sottocategorie

Under Construction