Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

agrimedLa condivisione come strategia di valorizzazione dei territori rurali. In una sigla: “Gal”, acronimo che sta per Gruppi di Azione Locale, “invenzione” della politica agricola comunitaria che ha consentito negli ultimi 15 anni di guardare alle aree rurali come a motori reali di sviluppo.


Lunedì 13 settembre (Sala Olmo, Padiglione 10 – ore 10.30), tecnici, Istituzioni e protagonisti principali, si confronteranno sul ruolo attuale e, soprattutto, futuro dei Gal pugliesi, nel primo degli appuntamenti dell’edizione 2010 di Agrimed, lo spazio della Fiera del Levante dedicato all’Agricoltura pugliese, con il convegno “Il ruolo dei Gruppi di Azione Locale nel Programma di Sviluppo Rurale Puglia”. Nell’occasione, verranno presentati i propositi e le opportunità dei 25 Gal sparsi su tutto il territorio regionale – costituiti da istituzioni locali, organizzazioni professionali agricole ed operatori economici e sociali – che hanno espresso la propria idea di crescita su temi quali l’agriturismo, le masserie sociali e didattiche, la produzione di energie rinnovabili, la tutela del patrimonio rurale, i servizi alla popolazione nei territori rurali e i percorsi naturalistici. Idee, diverse in base alle peculiarità delle varie aree pugliesi, che saranno concretamente realizzate con le risorse del Piano di Sviluppo rurale 2007-2013 (PSR).

In particolare, il recente bando della Regione ha previsto finanziamenti pubblici per quasi 300 milioni di euro, in grado di generare investimenti per circa 500 milioni di euro, che rappresentano poco meno del 30% dell’intera dotazione finanziaria del PSR della Puglia. “Le somme in gioco sono rilevanti – dichiara l’Assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Dario Stefàno - soprattutto se paragonate a quanto fatto in tutta Europa con lo stesso strumento di intervento. La Puglia ha voluto investire sui Gal, quali grande opportunità per rendere le politiche di sostegno pubblico coerenti con i bisogni e le aspettative delle collettività rurali. Il tutto in una logica di sostenibilità del processo e dei risultati concreti raggiungibili, per consentire alle imprese nate e cresciute con il sostegno dei GAL, alle nuove modalità di relazione e collaborazione tra operatori e settori economici ed ai servizi ai cittadini di continuare ad esistere anche dopo. In tal senso, sarà interessante conoscere le esperienze di successo realizzate nelle altre regioni italiane”.

Dopo i saluti del sindaco di Bari Michele Emiliano e del presidente della Fiera del Levante Cosimo Laciriginola, i lavori del convegno saranno introdotti da Giuseppe Ferro (Autorità di Gestione del PSR Puglia) cui seguiranno gli interventi di tecnici e rappresentanti dei Gal. Gli altri appuntamenti di Agrimed, nella stessa giornata:
- Rifiuti agricoli: definizione, normativa di riferimento, gestione (Convegno, ore 15.30 – Padiglione 129 ,Sala Conferenze Agrimed)
- Legge Regionale 23/2007 sui Distretti Produttivi: opportunità e prospettive per le filiere dell’agroalimentare pugliese. Primi risultati (Seminario, ore 17.30 – Padiglione 129, Sala Conferenze Agrimed)
- Laboratorio didattico delle piante officinali e delle api: “Cosa vedo, sento e tocco” (dalle ore 10.00 alle 12.00 Padiglione 129, Area Masserie Didattiche di Puglia).

Approfondimenti: Agrimed 2010.

 

 

Fonte: Press Regione