Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Fare del Mediterraneo, culla della civiltà, il mare della concordia”. È l’auspicio di collaborazione che il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna ha rivolto al ministro per il turismo della Repubblica di Tunisia Slim Tlatli. A Tunisi, nella sede dell’Autorità portuale, il presidente Introna ha partecipato all’incontro della delegazione Fiavet con l’omologa associazione degli agenti di viaggio del paese nordafricano.


“Con il contributo di tutte le realtà che si affacciano nel bacino, il Mediterraneo può tornare ombelico del mondo e culla della Pace - ha detto Introna in un intervento particolarmente apprezzato - Nel mare dove sono nati gli scambi e le conoscenze che hanno condotto allo sviluppo dell’intero pianeta tutte le etnie, le religioni, le culture possono incontrarsi e lavorare insieme per la distensione”. Il presidente del Consiglio regionale pugliese ha parlato del processo di coesione di diverse realtà regionali e nazionali del continente europeo nelle Macroregioni. Quella Adriatico-Ionica, che unirà la Puglia, i Balcani e la Grecia, guarda per collocazione geografica e vocazione ai Paesi mediterranei, come partner di un discorso comune, che riprenda la lezione del passato intrecciando una rete di scambi estesi al turismo, all’industria, a tutti i settori economici e culturali. “Lavorare insieme per crescere insieme”, ha concluso Introna.

L’incontro tra le organizzazioni degli agenti di viaggio italiani e tunisini – alla guida della delegazione Fiavet, la presidente Cinzia Lenzi, col responsabile per il Sud Franco De Sario, presente il direttore generale dell’Enit Paolo Rubini – è servito a fissare programmi di collaborazione. Tra i temi affrontati: la cooperazione tra Europa, Puglia e Tunisia; le prospettive di un volo diretto Bari-Tunisi, la possibilità di gemellaggio con la Fiera del Levante. Dal governo tunisino è venuta la proposta di ospitare in Tunisia un congresso internazionale 2011 sul turismo.

 

 

Fonte: Consiglio Regione Puglia