Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Occorre il pieno coinvolgimento di Regioni, Province e Città d'Europa se si vuole provare a raggiungere gli obiettivi ambiziosi posti dalla Strategia Europa 2020". Lo ha detto il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, nel corso dell’Assemblea plenaria del Comitato delle Regioni tenutasi a Bruxelles.


“Gli enti locali e regionali - ha continuato Vendola - sono impegnati in prima linea sul tema della crescita sostenibile e della lotta al cambiamento climatico, mediante azioni a tutela della biodiversità, a favore dell'efficientamento energetico, dell'investimento in fonti rinnovabili, a favore di politiche per il trasporto sostenibile, campagne di sensibilizzazione di cittadini ed imprese sui target fissati a livello mondiale”.

“Il ruolo della Piattaforma Europa 2020 del Comitato delle Regioni – secondo Vendola - è quello di favorire lo scambio delle best practices tra gli enti e portarne gli esiti all'attenzione dei decisori comunitari, dal Consiglio Europeo alla Commissione, al Parlamento. Io e la collega Chapman incontreremo all'inizio del 2011 il Commissario alla politica regionale Hahn per presentare il Primo rapporto del Comitato delle Regioni sull'attuazione della strategia Europa 2020”.

Per il prossimo anno, definito un programma di lavoro molto intenso: “il lancio di consultazioni online sui temi oggetto delle Iniziative faro; la presentazione degli esiti ai competenti Commissari e ai membri del Parlamento Europeo cui è assegnato il relativo dossier; un complesso lavoro sulla desertificazione in Europa e nel bacino del Mediterraneo, tema che mi sta particolarmente a cuore, perché interessa da vicino la Puglia. Nel corso degli Open Days di ottobre avremo poi l'opportunità di presentare il lavoro sin lì svolto e di raccogliere spunti utili per quello futuro”.

 

 

Fonte: Press Regione Puglia