Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha sottoscritto il Protocollo d’Intesa con la Provincia cinese del Guangdong. Si tratta di una firma storica, che vede svilupparsi partnership su temi fondamentali come energia rinnovabile, turismo, valorizzazione del patrimonio culturale e dell’industria della cultura creativa.


“Il Guangdong è un posto molto speciale. Vorrei dire solamente tre cifre: 104 milioni di abitanti, nel 2010, un aumento del Prodotto interno lordo del 12%, un aumento del salario degli operai del 40%. Nel Guangdong si produce gran parte di tutto il tessile che gira per il mondo, città come Canton o come Shenzhen vengono chiamate le fabbriche del mondo. Il 40% di tutto il prodotto tessile del mondo si produce lì”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola commentando la “giornata storica” che nei giorni scorsi, a Bari, ha visto la sottoscrizione del protocollo d’intesa.

Vendola ha poi aggiunto che  “la Provincia cinese, grazie al segretario del PCC del Guangdong Wang Yang sta conoscendo un periodo particolarmente effervescente dal punto di vista del riformismo e degli obiettivi legati al suo slogan che è happy Guangdong, cioè felice Guangdong. La questione sociale, i diritti dei cittadini e dei lavoratori, la questione ambientale sono le questioni che Wang ha messo al centro del suo governo. Su questa base e in assoluta sintonia con il Ministero degli esteri – ha concluso Vendola - noi stiamo sviluppando programmazioni multi regionali, ma questa firma è davvero molto, molto importante”.

Ad accogliere la delegazione cinese anche la vicepresidente e assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia Loredana Capone. “Per i cinesi – ha detto la Capone – è fondamentale la relazione di amicizia con i propri interlocutori. L’intenzione della Puglia è quella di proseguire in questa relazione dando seguito alle azioni già intraprese. Per questo andremo dal 17 al 19 giugno a Pechino per la Fiera del Turismo, a novembre parteciperemo al Festival internazionale del Turismo e della Cultura nella provincia del Guangdong. Inoltre – ha aggiunto – nell’ambito del “Programma Ministero degli Affari Esteri – Regioni – Cina” la Puglia sarà l’unica Regione italiana a partecipare attivamente a tutte e tre i progetti di parternariato Italia-Cina, avviati nel 2011: “Renewal” che coinvolgerà i Distretti produttivi dell’Edilizia sostenibile, dell’Ambiente e dell’Energia; “Tex_Tech” che interesserà il Distretto della Moda e “Travel” dedicato al settore del Turismo”.

La delegazione istituzionale della Provincia cinese del Guangdong giunta a Bari era presieduta dal segretario generale del Partito comunista del Guangdong, Wang Yang, una delle figure di spicco della Cina attuale, accompagnato dalla signora Zhao Yufang, vicegovernatore della Provincia del Guangdong e dall'ambasciatore cinese a Roma, Ding Wei. Per l'Italia era presente il ministro plenipotenziario per gli affari esteri, Massimo Roscigno.

“Questa firma nasce sull’onda di un Programma MAE-Regioni-Cina che - ha aggiunto il ministro plenipotenziario Roscigno - sostiene l’internazionalizzazione delle regioni italiane, i rapporti con l’estero, in particolare con la Cina che oggi è un partner assolutamente indispensabile per la nostra economia. Dovremmo lavorare molto per favorire i partenariati tra aziende e istituzioni, ed è quello che stiamo già facendo in stretto rapporto con la Puglia. Il Programma Mae-Regioni-Cina è in grado di mettere in movimento un grande indotto con prospettive notevoli perchè parliamo di settori assolutamente avanzati”.

La Regione Puglia è la prima Regione in Italia a sottoscrivere un accordo autorizzato dal MAE e dal Dipartimento Affari Regionali della Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la più importante Provincia della Repubblica Popolare Cinese. Il Protocollo che viene siglato con la Provincia del Guangdong, infatti, costituisce un’importante tappa per la Puglia per accrescere le occasioni di incontro e di scambio tra operatori pugliesi ed operatori cinesi, propedeutiche ad identificare opportunità di collaborazione, sia nei vari settori economici di interesse, sia nel campo della ricerca, dell’innovazione e della formazione.

Approfondimenti: icon Protocollo d’intesa tra la Regione Puglia e la Provincia del Guangdong per l’istituzione di un rapporto amichevole di partenariato.

 

 

Fonte: Sistema Puglia