Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

L’ambasciatore della Repubblica del Kazakistan in Italia, Almaz Khamzayev, in visita in Puglia per incontrare il Presidente della Regione, Nichi Vendola, il Presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna, l’Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo Silvia Godelli e l’Assessore alle Politiche agricole Dario Stefàno. Il grande Paese asiatico, 9° al mondo per ampiezza ma con poco più di 16 milioni di abitanti, è interessato alla cooperazione con la Puglia, nel quadro di un programma di intensificazione dei rapporti con l’Italia.


“La Puglia ha lo sguardo rivolto all’intero mappamondo, con un occhio ai Balcani e l’altro al continente nero e all’Asia, fino alla Cina – ha detto il presidente Vendola - siamo una Regione collocata in un punto strategico, impegnata nell’internazionalizzazione e attenta a quanto di nuovo si muove nel mondo. Sappiamo quanto il Kazakistan stia crescendo e si stia modernizzando”. “Il Kazachstan - ha proseguito Vendola - è una delle terre più ricche e più prodigiosamente gonfie di materie prime. È un territorio sconfinato e molto ricco, con pochissima popolazione e, quindi, con un notevole interesse a costruire relazioni stabili. L'Italia è l'interlocutore assolutamente naturale per un'area come quella ed il Mediterraneo rappresenta proprio un punto fondamentale per tessere una relazione legata all'import-export. La Puglia è orgogliosa di essere collocata in questo punto strategico del mappamondo. Si dice che siamo una regione strabica, perché con un occhio guardiamo ai Balcani, cercando di lanciare la nostra pupilla fino alla Cina, e con l'altro occhio guardiamo il continente nero”.

“Il territorio kazaco è enorme rispetto alla Puglia, ma per numero di abitanti non siamo così lontani e ci sono tutti i presupposti per una collaborazione importante”, ha fatto notare il presidente Introna, che ha indicato nell’industria di trasformazione agroalimentare e nella modernizzazione dell’agricoltura i settori sui quali puntare alla ricerca di spazi di dialogo e di scambio.

Il Kazakistan, ricco di minerali e idrocarburi, punta ad esportare prodotti finiti, non solo materie prime e l’Italia è un partner perfetto con le sue tecnologie, ha osservato l’ambasciatore plenipotenziario. "Noi confidiamo che gli incontri con gli imprenditori e con i sistemi camerali possano rendere comprensibile la frontiera del business; siamo terra in cui gli investimenti possono essere di grande giovamento per l'economia". Nel ringraziare il Presidente Vendola, l'Ambasciatore Almaz Khamzayev si è detto "molto interessato a fecondi rapporti di collaborazione e cooperazione con la Puglia". La visita si è conclusa col rituale scambio di omaggi: il presidente del Consiglio regionale Introna ha offerto all’ambasciatore un esemplare di pregio dello stemma della Regione Puglia, rinnovato con l’aggiunta del simbolo della sesta provincia.