Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Una relazione basata sulle relazioni umane. Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e l'Ambasciatore di Svizzera in Italia, Bernardino Regazzoni, hanno definito così i rapporti tra i due territori al termine dell'incontro avuto nei giorni scorsi a Bari. ''Un momento di confronto molto importante - ha spiegato Vendola - sulle prospettive delle relazioni economico-commerciali e culturali tra la Puglia e la Svizzera, che è la terra di adozione di molti pugliesi. In passato c'è stata soprattutto emigrazione di braccia mentre oggi c'è emigrazione di cervelli''.


Una collaborazione forte, che può essere ulteriormente sviluppata anche in campo economico dato che la Svizzera è il paese verso il quale la Puglia esporta di più e verso il quale le vendite sono cresciute nel 2011 del 33,2%. ''E' il principale partner commerciale della Puglia con esportazioni - ha aggiunto Vendola - per circa 1 miliardo di euro dal nostro territorio ogni anno. Ci sono poi le tante imprese svizzere che operano in Puglia: è una condizione che si è costruita nel tempo soprattutto per questa storia che ci lega e che oggi è favorita dagli ottimi collegamenti aerei. Questo incontro è l'occasione per farci promesse e fare di più e sempre meglio. Per raddoppiare i numeri così significativi della nostra relazione''.

Regazzoni ha voluto poi ''ricordare oltre all'interscambio anche gli investimenti in Puglia, in primo luogo nella produzione di energia (con un investimento che riguarda l'eolico da alcune centinaia di milioni di euro)''. ''Il nostro - ha concluso l'ambasciatore - è un partenariato basato sulle relazioni umane, sulla grande presenza di cittadini pugliesi in Svizzera, molti dei quali sono tornati nella loro terra di origine dando luogo a fenomeni imprenditoriali. E infatti fra gli imprenditori stranieri in Puglia la nazionalità svizzera è la prima''.

Al tema delle relazioni tra i due territori è stata dedicata anche la tavola rotonda dal titolo 'L'importanza di essere Svizzera: riflessioni sulle prospettive di sviluppo per la collaborazione Puglia-Svizzera'. L'evento, organizzato dalla Regione Puglia (servizio Internazionalizzazione) in collaborazione con l'Ambasciata di Svizzera in Italia, si è tenuto nel Salone degli Affreschi di Palazzo Ateneo a Bari.