Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La città di Ostuni ospita quest’anno la III edizione della Summer School in Strategie Euro Mediterranee che si svolgerà dal 16 al 21 luglio proprio nella Città Bianca. L’evento è organizzato dallo IASEM - Istituto Alti Studi Euro Mediterranei, in collaborazione con la Fondazione Konrad Adenauer, con il patrocinio di RFI – Rete Ferroviaria Italiana e il sostegno dell'Assessorato al Mediterraneo della Regione Puglia.


Si tratta di un’intensa settimana di discussioni, lezioni, workshop e conferenze, cui prenderanno parte giovani ricercatori da tutti i Paesi del Mediterraneo, con docenti ed esperti dalle maggiori università e istituzioni che operano nel Mediterraneo. Il filo rosso che unisce tutte le attività è quello della democrazia: i partecipanti dalla Summer School hanno infatti aderito al progetto “The concept of democracy”, scrivendo un articolo sul loro modo di concepire la democrazia, i migliori dei quali hanno vinto una borsa di studio per prender parte alla Summer School, in cui le diverse posizioni verranno messe a confronto, per sviluppare nuove idee e percorsi per i processi democratici.

“La democrazia nel Mediterraneo non è solo un fatto che riguarda i sistemi politici” ha dichiarato l’Ing. Giuseppe Papaleo, Presidente dello IASEM “ma concerne anche il libero movimento delle merci e delle persone, l’accesso al credito e la finanziabilità di grandi progetti: la democrazia è un atteggiamento che innerva tutti gli aspetti della pratica civile”. Ed è proprio per questo che, durante la settimana di studi, sono stati inseriti tre eventi aperti agli imprenditori, agli esperti del settore e al pubblico. Il primo si svolgerà giovedì 19 luglio, alle ore 17.30 presso l'Hotel Ostuni Palace sul tema "Investimenti, Banche e Sistemi democratici nel Mediterraneo": saranno presenti esponenti delle maggiori banche italiane e analisti internazionali. Il secondo, venerdì 20 luglio presso Ostuni Palace, avrà come tema centrale le infrastrutture nel Mediterraneo, con i rappresentati delle compagnie ferroviarie, aeroportuali, portuali e autostradali, che si confronteranno sui progetti di sviluppo nell’area mediterranea. Ad entrambi gli appuntamenti sarà presente l’Assessore al Mediterraneo della Regione Puglia, Silvia Godelli.

Infine il 21 luglio si svolgerà la conferenza finale dal titolo “Lo spazio comune euro-mediterraneo”, a cui interverrà il Vicepresidente del Parlamento Europeo, Gianni Pittella, il Governatore della Regione Puglia, Nichi Vendola, la Direttrice della sede di Roma della Fondazione Konrad Adenauer, Katja Christina Plate, l’Ambasciatore Turco presso la Santa Sede, Kenan Gürsoy, il Rappresentante italiano presso la conferenza per il disarmo di Ginevra, l’Ambasciatore Cosimo Risi, il Direttore Generale dello IASEM e Direttore Generale dell’ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici), Paolo Garonna, la Direttrice del Centro di Ricerca Sistema Sud e Mediterraneo Allargato, Valeria Piacentini. I saluti istituzionali saranno dell’Avv. Domenico Tanzarella, Sindaco di Ostuni. Aprirà i lavori il Presidente dello IASEM, l’Ing. Giuseppe Papaleo.     

Un programma molto fitto per portare la discussione sul Mediterraneo al centro dell’agenda politica, economica e culturale internazionale, rilanciando il ruolo della Puglia quale osservatorio privilegiato dell'intensa rete relazionale dell'area Med.

Approfondimenti