Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dal Foro romano, alla città medievale di Rodi, passando per le chiese in legno della Polonia, gli europei hanno l'imbarazzo della scelta quando si tratta di turismo culturale e storico. Mantenere gli edifici e le opere d'arte in buono stato richiede un duro lavoro. A giugno la Commissione europea ed Europa Nostra hanno annunciato i vincitori dei premi 2013 per straordinari progetti di conservazione, riconoscendo così l'azione svolta da volontari e professionisti nella tutela di importanti siti culturali.

Quest’anno il pubblico si è pronunciato a favore dei Propilei dell'Acropoli di Atene. Alcuni recenti tentativi di conservazione sono stati elogiati per la grande abilità artistica e per aver salvato un monumento emblematico della cultura europea.

Tra gli altri vincitori vi sono: il museo Seaplane Harbour di Tallinn, in Estonia; il teatro romano di Medellin, in Spagna; Strawberry Hill, nel Regno Unito; il restauro di macchinari presso il birrificio Wielemans-Ceuppens, in Belgio; l'associazione per la promozione dell’arte e della cultura nella parte orientale della Germania; il Bosco di San Francesco ad Assisi, in Umbria.

L’UE contribuisce a mantenere in buono stato molti di questi siti; ad esempio, ha partecipato al restauro dell’Acropoli di Atene, in Grecia, e alla pulitura laser di antichi affreschi a Siena. Finanzia inoltre la ricerca per la conservazione del patrimonio culturale europeo.

Ma per godere di tanta bellezza non è sempre necessario viaggiare.  Gli amanti della cultura possono infatti consultare Europeana, biblioteca digitale, archivio e museo d'Europa. Essa riunisce contributi già digitalizzati da diverse istituzioni dei 27 paesi membri dell'Unione Europea in 23 lingue. La sua dotazione include libri, film, dipinti, giornali, archivi sonori, mappe, manoscritti ed archivi. Per viaggiare restando in poltrona.