Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

È Laura Silvia Battaglia, del settimanale di approfondimento del TG3 Rai “Agenda del Mondo”, la vincitrice del 5° Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. L’evento è promosso dall’associazione “Terra del Mediterraneo” in partnership con il Comune di Otranto ed Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia. 

La premiazione si svolgerà sabato 7 settembre, alle ore 19.00, in Largo Porta Alfonsina, borgo medievale  di Otranto, in quel Salento candidato al Premio Nobel per la Pace nel 1999 da La Gazzetta del Mezzogiorno.

I vincitori delle due sezioni, invece, sono: Vincenzo Mattei de Il Venerdì di Repubblica, sezione “Primavera Araba” e Aldo Mea del periodico UP!, sezione “Premio Città di Otranto”.

La Medaglia di Bronzo del Presidente della Repubblica per il Premio Giuria è andata, invece, a Giuliana Sgrena de Il Manifesto. La Medaglia di Bronzo del Presidente del Senato è stata attribuita a Giuseppe Acconcia di The Indipendent Magazine; mentre la Medaglia di Bronzo del Presidente della Camera è andata a Stefano Liberti di Radio Rai Tre. Il premio per la fotografia è stato assegnato ad Alfredo Macchi, inviato di guerra delle reti Mediaset, il quale durante la serata presenterà il suo libro la “Rivoluzioni Spa”.

Menzione Talenti Emergenti a Giulia Ardizzone e Kami Fares (Repubblica.it), Emanuele Valenti (RSI Radiotelevisione Svizzera), Luca Gambardella (Limes), Andrea Lucchetta (La Gazzetta dello Sport) e Selene Verri (Euronews). Menzione Speciale invece per Vincenzo Legrottaglie (La Gazzetta del Mezzogiorno).

Durante la cerimonia sarà conferito il Premio “Caravella del Mediterraneo” ad Aldo Maria Valli (Vaticanista Rai), Marcello Favale (Rai TGR Puglia), Francesco Giorgino (Rai TG1), Antonio Della Rocca (Corriere del Mezzogiorno), Alessandro Barbano (Il Mattino), Gaspare Borsellino (Italpress), Alba Malltezi (Free and Fair media Group - Albania), Silvana Gaudio (Ansa), Pino Pisicchio (Il Tempo), Claudio Pompei (Camera di Commercio di Roma) e Daniele Vicari regista de “La nave dolce”.

“Giunti alla 5° edizione, abbiamo visto crescere l’evento internazionale - spiega Tommaso Forte, giornalista e ideatore dell’evento - capace di coinvolgere i talenti del giornalismo che hanno raccontato magistralmente gli avvenimenti del Mediterraneo, scenario privilegiato dei continui flussi culturali e cambiamenti politico-economici”.

“Il premio è un appuntamento di prestigio per la nostra Città - aggiunge Luciano Cariddi, sindaco di Otranto - perché volto a promuovere i temi sociali e, soprattutto, per la valorizzazione del nostro mare, quel mare che ha raccontato tristi vicende umane e indelebili storie di fratellanza”.

“Gli articoli e i video in gara - commenta Lino Patruno, presidente della giuria - dimostrano che nel Mediterraneo si sta costruendo un futuro che cambierà gli attuali equilibri del mondo. Ancora una volta rilevante la presenza femminile nella ricca e qualificata partecipazione al concorso”.

“Lo scenario della città di Otranto - rimarca Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia - cornice della V edizione del Premio Giornalisti del Mediterraneo, richiama alla nostra memoria i millenari rapporti tra la nostra terra, la Sponda Sud, il Vicino Oriente, in una fase storica in cui le vicende dei popoli che si affacciano sul nostro Mare conoscono un fortissimo livello di contraddizioni”.

Per approfondimenti consulta il sito ufficiale