Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Per me hanno vinto tutti, hanno vinto le idee, hanno vinto l’impegno, la volontà, l’entusiasmo delle persone che compongono le associazioni che partecipano a questo premio e che contribuiscono a rendere vivace il nostro territorio – è il commento di Cosimo Lacirignola, direttore dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari e presidente della giuria. “Sono onorato – continua - di aver ricevuto l’incarico di presiedere la giuria di questo premio che si occupa di temi quali cooperazione, solidarietà, diffusione della cultura, a me molto cari”.

Gli fa eco Piero Campanella, presidente dell’Associazione Putignanonelmondo, promotrice del Premio sin dal 2007: “Siamo molto soddisfatti per la quantità e qualità delle proposte pervenute, che dimostrano che in questa terra c’è tanta voglia di fare. L’augurio è che l’esempio di chi contribuisce in silenzio a far crescere nella comunità lo spirito di servizio sia da stimolo per continuare sulla stessa strada, con maggiore lena e con la carica della giovane età.”

Sette i premi, uno per ogni sezione di gara, costituiti dal “Trofeo Ellisse”, una scultura in bronzo dell’artista putignanese Nicola Monopoli – già presidente dell’associazione promotrice – e accompagnati da un contributo in denaro di 800 euro.  Questi i vincitori:

-  per la Sezione i - cooperazione territoriale e cooperazione allo sviluppo, l’Associazione KIRIKÙ E LA STREGA POVERTÀ ONLUS di Sannicandro di Bari, con il progetto “Life of Villaggio Puglia a Rwentobo (Uganda)”: costruzione del "Villaggio Puglia" e di una chiesa in Uganda per mettere in rete le attività delle associazioni pugliesi;

-  per la Sezione II -  promozione, conoscenza e valorizzazione del territorio, l’associazione RUOTALIBERA di Bari, con il progetto “Bici e Territorio”: incontri formativi e visite didattiche in bicicletta con gli studenti delle scuole primarie e secondarie

-  per la Sezione iii - promozione dello sport, della salute e del benessere, l’associazione NOVA VITA di Casarano, con il progetto “Baseball & Social”: costituzione di una squadra di baseball di ragazzi diversamente abili e normodotati;

-  per la Sezione IV - solidarietà e tutela dei diritti umani e sociali , l’associazione C.A.V. Coordinamento Associazioni di Volontariato di  Martina Franca, con il progetto “Casa del Volontariato”: recupero di una struttura comunale per la realizzazione di un centro multifunzionale al servizio delle associazioni di volontariato di Martina Franca;

- per la Sezione V - difesa dell'ambiente, l’associazione ONIRICA POETICA ASSOCIAZIONE TEATRALE di Bari, con il progetto “Festival Teatrale "Le Cesine": spettacoli  teatrali e performativi mirati a fare conoscere l'Oasi Naturale le Cesine nel rispetto della natura e della sua conservazione;

-  per la Sezione VI- promozione e diffusione della cultura, l’associazione ITAL di  Bari, con il progetto “Missione Vlora”: una settimana di eventi pubblici d'arte, cultura, sport e spettacolo per l'interscambio di idee tra il popolo italiano e quello albanese;

-  per la Sezione VII - Sostegno e coinvolgimento degli emigrati, l’associazione MAMAPULIA A.P.S di Foggia, con il progetto “Life of Apulian migrants”: raccolta e pubblicazione di vecchi video di famiglia per raccontare i percorsi di vita e di integrazione dei pugliesi nel mondo.

Sono state inoltre attribuite tre Menzioni Speciali, rispettivamente a:

-  OFFICINA MUSICALE di Castellana Grotte, per il progetto “Bed&Rec”: ampliamento dell'offerta turistica del territorio, rivolta in specie a musicisti, che mette insieme il lavoro in studio di registrazione e la vacanza;

-  ALZHEIMERBARI di Bari, per il progetto “Amaryllis Café”: luogo di socializzazione destinato a persone affette da demenza mentale ed ai loro familiari al fine di prevenire l'isolamento sociale

-  VIVI LA STRADA.IT di Castellana Grotte. Putignano, Gioia del Colle, per il progetto “Dal Banco alla Strada”: attività didattiche nelle scuole per la sensibilizzazione sulla sicurezza stradale

I progetti – 179 candidati e 35 finalisti, realizzati da associazioni aventi tutte sede nella regione Puglia – sono stati valutati da una giuria composta da esperti nei settori di interesse del Premio:  Cosimo Lacirignola (Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari), Giovanna Genchi (Regione Puglia), Ileana Inglese (Europuglia), Michele Nardelli (Forum trentino per la Pace e i Diritti Umani), Michele Pirro (team Ducati MotoGP), Luigi Quaranta (Corriere del Mezzogiorno), Pino Riccardi (CNA Provincia di Bari), Enrica Simonetti (Gazzetta del Mezzogiorno), Alessandro Stillo (Paraschool). A breve sul sito www.premioellisse.it verranno pubblicate tutte le schede progetto,, come esempi di best practice a disposizione del mondo dell’associazionismo.

La Cerimonia di premiazione, animata dal duo Fibre Parallele,  si è svolta nell’affollatissima piazza Plebiscito di Putignano; presenti Nuccio Altieri, Vicepresidente della Provincia di Bari, Gianvincenzo Angelini De Miccolis, sindaco di Putignano, Piero Liuzzi, componente Commissione Cultura al Senato, Gianni Mariella, componente del Consiglio regionale dei Pugliesi nel Mondo.

A seguire, in un crescendo di entusiasmo ed emozioni, il Concerto-evento con Darko Rundek Cargo Trio (Croazia), Fakhraddin Gafarov Ensemble (Azerbaija) e Livio Minafra (Italia),

E si è chiusa proprio come una festa – dell’associazionismo e della cooperazione - la quarta edizione del Premio Ellisse. L’iniziativa, cui il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito la propria medaglia di rappresentanza, gode del patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Putignano, delle Province di Bari, BAT, Brindisi, Lecce e Foggia e della Camera di Commercio di Bari; partner il Consorzio I MAKE e il GAL Terra dei Trulli e di Barsento.

Appuntamento dunque al 2015, per nuovi progetti , nuove idee, nuovi scambi di solidarietà.