Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è svolta ieri a Bruxelles, presso la sede del Parlamento Europeo, la Conferenza annuale del Partenariato Europeo sull’Acqua, un’iniziativa della Commissione Europea per riunire attori pubblici e privati provenienti da tutta Europa ed attivi nel settore idrico, favorendone la cooperazione e al fine di individuare soluzioni innovative per le maggiori problematiche.

A testimonianza dell’impegno che la Puglia sta profondendo nel settore, la Direzione generale Ambiente della Commissione Europea ha invitato l’ing. Antonello Antonicelli, direttore dell’area Ecologia della Regione, a partecipare come speaker nel panel di discussione.

“Non posso che valutare come estremamente positivo l’evento di oggi che riesce a mettere insieme i vari stakeholder europei del settore idrico. Come Regione confermiamo l’interesse ad impegnarci per raggiungere una gestione sostenibile di questa importante risorsa, così scarsa nel nostro territorio, e a continuare a collaborare in ambito europeo, anche tramite le strutture di governance del Partenariato in cui sono presenti rappresentanti regionali, la prof.ssa Giuliana Trisorio Liuzzi e il prof. Umberto Fratino.” Commenta l’ing. Antonicelli.

Nel corso della Conferenza sono state presentate le prime attività avviate dai nove Action Groups creati quest’anno nell’ambito del Partenariato. La Regione, assieme ad altri attori territoriali, prende parte a due di questi: Finnowater, in tema di strumenti di finanziamento per l’innovazione del settore idrico, e CityBlueprints, che ha l’obiettivo di trovare le soluzioni migliori per superare le maggiori barriere all’innovazione.

Dal 2014, inoltre, la Regione sarà coinvolta nella gestione di due progetti europei approvati all’interno del programma per la ricerca e l’innovazione FP7. Il primo, Demoware, consiste nel mettere in collegamento siti dimostrativi di riuso delle acque reflue. Il sito di dimostrazione scelto per la Puglia è in Capitanata (riuso industriale e riuso urbano/agricolo). Il secondo, Water PiPP, mira a definire le condizioni per poter sperimentare nel settore idrico modalità di acquisto innovative o pre-commerciali, mutuando le lessons learned di esperienze simili condotte in altri settori o in altre parti del Mondo.

Per approfondimenti consulta il sito della Conferenza