Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Le antiche mura della Città otrantina ospiteranno anche quest’anno il Premio Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”. La vincitrice della 6° edizione è Tamara Ferrari del settimanale Vanity Fair. L’appuntamento è promosso dall’associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con il Comune di Otranto ed Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia.

 

La premiazione si svolgerà sabato 13 settembre, alle ore 18.00, in Largo Porta Alfonsina, nel borgo medioevale  di Otranto. Info su www.giornalistidelmediterraneo.it o al 346.8262198.

I vincitori delle due sezioni, invece, sono: Michele Sasso de L’Espresso, sezione “Primavera Araba” e Daniele Bellocchio del periodico Nigrizia, sezione “Minori nei conflitti di guerra”.

Il Premio Giuria è andato, invece, a Vincenzo Mattei (Al Jazeera). La Medaglia di Bronzo del Presidente del Senato è stata attribuita a Kami Fares, (Repubblica.it); mentre la Medaglia di Bronzo del Presidente della Camera è andata a Paola Nurberg (Radio Televisione Svizzera).

Il premio per il miglior racconto è stato assegnato a Luciana Borsatti (Ansa) e Cristoforo Spinella (Ansa Med), i quali durante la serata racconteranno le loro testimonianze con le opere “Oltre Tahrir” e “Pezzi di Turchi”, Editori Internazionali Riuniti.

Premio Città di Otranto a Massimiliano Menichetti (Radio Vaticana). Menzione “Talenti Emergenti” a Valeria De Simone e Domenico Grimaldi del Master Biennale di Giornalismo dell’Università di Bari. Infine, menzione speciale a Marco Cesareo (Linkiesta). Premio “Salento da Amare”, invece, attribuito a Nicoletta Masetto (Il Messaggero di Sant’Antonio).

Premio Caravella 2014 assegnato a Hassan Abouyoub (Ambasciatore del Regno del Marocco in Italia); August Parengkuan (Ambasciatore della Repubblica d’Indonesia in Italia); Martin Micallef (Malta News Agency); Roberto Gervaso (giornalista e scrittore); Soufiane Ben Farhat (La Presse de Tunisie); Zouhir Louassini (Rai News 24); Ugo Bassi (Direttore della Commissione Europea DG Mercato Interno); Carmen Lasorella (Rai); Attilio Romita (Rai); Armando Massarenti (Il Sole 24 Ore); Giovanni Valentini (La Repubblica); Italo Cucci (Italpress); Angelo Rossano (Corriere del Mezzogiorno); Vincenzo Magistà (Telenorba); Edoardo Winspeare (Regista cinematografico) e Yavuz Baydar (Today’s Zaman).

Soddisfazione per il sindaco di Otranto, Luciano Cariddi. “Si rinnova un appuntamento di grande prestigio per la nostra Terra e il Premio rappresenta un volano con cui promuovere le bellezze culturali, architettoniche e, soprattutto, il nostro mare”. Sviluppo comune. “I video in gara - aggiunge Lino Patruno, presidente della giuria - dimostrano che ciò che avviene in questo mare ci riguarda tutti. Perché se di lì ora ci arrivano gli immigrati reduci dalle guerre, domani ci potrà arrivare il progresso”. Forte partecipazione. “Un premio in continua crescita - rimarca Tommaso Forte, giornalista ed organizzatore del Premio - in cui si confrontano i talenti del giornalismo, impegnati come sempre nel raccontare la cruda realtà dei conflitti”.

Una vera sfida per Silvia Godelli, assessore al Mediterraneo della regione Puglia. “Il premio Giornalisti del Mediterraneo testimonia la vitalità, il coraggio, e anche la lungimiranza e la sensibilità dei giornalisti in campo, tanto di quelli della carta stampata quanto di quelli di tv e internet. Una bellissima sfida, che raccoglie i temi più scottanti e coinvolgenti della nostra attualità. Un esempio positivo e stimolante di sostegno alla buona informazione”.