Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“La Regione Puglia, nel corso degli ultimi anni, ha sviluppato una importante propensione internazionale, fondata sui principi della reciprocità, dei partenariati consapevoli e dello sviluppo territoriale congiunto”. Ha aperto così il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, la Conferenza organizzata a Bari sui risultati del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia – Italia 2007/2013 e il contributo dei Programmi CTE 2014/2020 all’attuazione della Strategia Macroregionale Adriatico-Ionica.

“La Cooperazione Territoriale rappresenta una delle rotte attraverso cui passa lo sviluppo del nostro territorio - ha sottolineato il Presidente durante il meeting promosso presso Villa Romanazzi Carducci dalla Sezione Mediterraneo della Regione Puglia, nella cornice degli Open Days 2015 – Con la CTE, infatti, non si costruiscono grandi infrastrutture, né si risolvono le grosse criticità di una singola area geografica: la CTE, però, garantisce il finanziamento di progetti di collaborazione e di investimento congiunto fra stakeholder diversi (ministeri ed enti locali, università, centri di ricerca, agenzie, imprese ed altri soggetti del partenariato economico e sociale), operanti in Paesi diversi e nei più vari settori, con una attenzione specifica a quelle tematiche che vanno oltre i meri confini nazionali e a quei Paesi posizionati ai confini dell’Unione, in pre-adesione o puro vicinato, consentendo così la crescita reciproca e la valorizzazione di potenzialità comuni”.

Qui l’intero intervento del Presidente in occasione della conferenza a Bari: EMILIANO: “LA COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA RAPPRESENTA UN VALORE AGGIUNTO PER LO SVILUPPO DI UN TERRITORIO”.