Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Politiche delle acque, tecnologie per la depurazione, il riuso e il risparmio, politiche delle start up tecnologiche e politiche industriali dell’aerospazio connesse alla presenza di aeroporti specializzati in Puglia: questi i temi al centro dei colloqui tra il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e l’ambasciatore di Israele, Ofer Sachs.

In agenda anche l’organizzazione di una conferenza internazionale sul tema della “risorsa acqua” da tenersi a Bari l’anno prossimo, insieme agli approfondimenti sui programmi di collaborazione CBC-ENI 2014-2020. “Vogliamo scambiare conoscenze – ha detto Emiliano – per migliorare l’uso delle risorse, facendo le cose giuste al posto giusto e al momento giusto, con l’aiuto di esperti, come da noi ci sono all’Acquedotto Pugliese e come vogliamo trovarne in Israele”.

Presenti all’incontro, a Bari, nel corso della visita istituzionale in Puglia, anche il vicepresidente Antonio Nunziante, il capo di Gabinetto Claudio Stefanazzi, il direttore del Dipartimento Sviluppo Economico Domenico Laforgia e il responsabile del Coordinamento delle politiche internazionali, Bernardo Notarangelo.