Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Firmato nella sede dell'Ambasciata d'Italia a Washington, nell'ambito dell'evento "Italy-Us Space Cooperation on Suborbital Flights", un importante accordo tra Virgin Orbit, Virgin GALACTIC e Gruppo ANGEL. Sono intervenuti per la Regione Puglia il Presidente Michele Emiliano. Per l'Ambasciata d'Italia Armando Varricchio (Ambasciatore d'Italia), Stefan Cont, Lamberto M. Moruzzi, Roberto Vittori, Francesco P. Cannito e Pietro Giacalone. Per il Politecnico di Bari: il Rettore Eugenio Di Sciascio e il prorettore Vito Albino. Per conto del Ministero degli Affari esteri: Vincenzo De Luca, DG per la promozione del sistema economici italiani.

Per Angel Group: il CEO Vito Pertosa e il fondatore di Blackshape Angelo Petrosillo. In rappresentanza di Virgin Galactic e Virgin Orbit: il CEO George T. Whitesides e Sirisha Bandla.

"Questo accordo – ha detto il presidente Emiliano - potrebbe cambiare la storia dell'accesso umano allo spazio e consentire a breve, presso l'aeroporto di Grottaglie, di iniziare i voli suborbitali".

"Si tratta del primo aeroporto d'Europa – ha continuato Emiliano -  ad avere il decreto come spazioporto che abiliterebbe questo a struttura aeroportuale importantissima dalla quale già partono tutte le esportazioni pugliesi verso gli Stati Uniti. L'aerospazio è il primo settore di esportazione della Puglia verso gli Stati Uniti, quindi è di grandissima importanza. La carlinga dell'aereo più importante della Boeing, il Dreamliner, viene costruita già a Grottaglie ed esiste una combinazione produttiva che favorirebbe i voli sub-orbitali. In particolare la presenza di una grande Università e Politecnico di Puglia, il Politecnico di Bari, le strutture turistiche che esistono vicino a Grottaglie, la grande capacità industriale della manodopera che si è formata in questi anni in provincia di Taranto. Tutto questo evidentemente può offrire un modello industriale alternativo a quello dell'ILVA e dell'acciaio e quindi per noi questo accordo ha un'importanza straordinaria".

"Mi auguro – ha concluso Emiliano - che a breve ci possano essere i primi voli turistici nei quali addestrare, diciamo così, gli aspiranti astronauti europei per questi primi voli. Ma soprattutto questi aerei consentirebbero di mettere in orbita i microsatelliti prodotti in Puglia a costi infinitamente inferiori a quelli dei lanciatori tradizionali".