Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

{mosimage}Giovedì 8 luglio (h. 11.00, sala stampa della presidenza della Regione Puglia - Lungomare N. Sauro, 31), il presidente del Festival della Valle d’Itria Punzi e il governatore della Puglia Vendola presenteranno la 36^ edizione del Festival della Valle d’Itria.



All’incontro parteciperanno l’assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli, il presidente della provincia di Taranto, Gianni Florido e il sindaco di Martina Franca, Franco Palazzo. All’incontro parteciperanno altresì i sindaci delle città interessate al decentramento, Italo D’Alessandro, sindaco di Castellaneta, Pietro Liuzzi sindaco di Noci e Ippazio Stefàno, sindaco di Taranto.

Il nuovo direttore artistico Alberto Triola, illustrerà il cartellone della rassegna internazionale, che si svolgerà a Martina Franca dal 15 luglio al 4 agosto. I tre titoli d’opera scelti ben rappresentano gli ambiti culturali e i valori drammaturgici e musicali alla base della proposta del Festival: il Barocco, il Belcanto romantico, il Novecento.

Apertura il 15 luglio con Napoli Milionaria! della coppia Eduardo De Filippo–Nino Rota (la scelta del titolo anticipa di un anno le celebrazioni del centenario della nascita del compositore milanese, legatissimo alla Puglia e a Bari dove ha diretto per anni il Conservatorio, ma anche uno dei primi autori ad essere rappresentati al Festival della Valle d’Itria); seguirà il 18 e 20 luglio, Gianni di Parigi di Donizetti, ritorno al repertorio belcantistico ottocentesco, e l’ultima opera in cartellone, Rodelinda di Georg Friedrich Haendel, autentica prima assoluta in Italia.

Ai tre titoli d’opera si affiancheranno numerosi concerti, che saranno anche replicati in altre città pugliesi: Noci (21 luglio), Castellaneta (22 luglio) e Taranto (23 luglio), nonché l’omaggio al 700mo anniversario della fondazione della città, con il concerto di uno tra i più ammirati cantanti castrati del ‘700, il martinese Giuseppe Aprile. A questa ricorrenza si ispireranno anche numerose iniziative che saranno programmate nei luoghi più suggestivi della città: chiese, cortili, chiostri, piazzette.

Per maggiori informazioni: 36° Festival della Valle d’Itria.