Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Tutto pronto per la XV edizione della Biennale dei Giovani Artisti dell’Europa e del Mediterraneo, tra le più importanti vetrine mediterranee della creatività giovanile, che si svolgerà a Salonicco a partire dal 6 ottobre 2011, a cura dell’Associazione Internazionale BJCEM. La novità è nel format di questa edizione, caratterizzata da un evento singolo e da un lungo viaggio attraverso il Mediterraneo, che farà tappa in due città: Salonicco nel mese di ottobre 2011 e Roma a dicembre 2012.


Temi chiave sono: l’arte e il territorio. Gli organizzatori, Segretariato generale per la Gioventù, il Comune di Salonicco, il Museo macedone di Arte contemporanea e l’Università Aristotele, stanno collaborando con altri enti ed istituzioni locali per attivare tutte le energie creative della città verso la realizzazione di un evento memorabile.

La cerimonia di apertura si terrà il 6 ottobre alle 19.00, presso la White Tower, con un corteo che si snoderà attraverso il bellissimo lungomare e accompagnerà il pubblico fino alla zona del Porto, dove la manifestazione proseguirà con una festa curata da Soul Magazine.

Ricco il calendario di eventi collaterali, tra il 7 e il 9 ottobre, tra spettacoli, seminari, performance e incontri incluse le attività di network internazionali riservate ad artisti e professionisti. L’intera città sarà coinvolta nella manifestazione, a partire dagli spazi tradizionali dell’arte e dagli spazi pubblici in generale, dal Lungomare, al Campus universitario, al Municipio, con l’area del Porto come punto di riferimento principale.

A curare l’allestimento degli spazi espositivi nell’area del Porto, un gruppo di architetti, ispirati dal lavoro di Lina Bo Bardi, architetto modernista brasiliano, nato in Italia.

Per informazioni più dettagliate consultare il sito di riferimento