Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Scadono lunedì 2 luglio i termini di partecipazione alla Summer School Legality Experience, il campus estivo rivolto agli studenti universitari provenienti da atenei italiani e del resto del mondo, per conoscere e approfondire le tematiche relative alla legalità. Si tratta di una delle iniziative di Otranto Legality Experience - OLE 2012, evento di respiro internazionale in programma per il terzo anno consecutivo a Lecce e Otranto dal 16 al 29 luglio 2012.


Il peso delle economie illegali e finanziarie a livello internazionale, il contrasto al crimine organizzato, l'esame dei principali cartelli e organizzazioni criminali internazionali sono alcuni dei temi che saranno affrontati nelle lezioni, tenute da esperti qualificati provenienti delle Università italiane e del resto del mondo.  Organizzato da FLARE Network e LIBERA - con il sostegno dell'Assessorato alle Politiche giovanili della Regione Puglia e la collaborazione delle Università di Bari Aldo Moro e Politecnico, di Foggia e del Salento, nonché con il patrocinio di Europe Direct Puglia – OLE prevede una serie di incontri, eventi, seminari per approfondire le tematiche legate al rapporto tra criminalità organizzata e globalizzazione ed è dedicato alla memoria di Renata Fonte, assessore alla Pubblica Istruzione eletta nelle file del PRI, uccisa dalla mafia il 31 marzo 1984, e al giornalista Toni Fontana, scomparso nel 2010, che ha dedicato la sua vita professionale a questo tipo di tematiche.

OLE 2012 prevede tre appuntamenti principali: la Summer School, il Summer Camp e il Forum, al quale partecipano referenti altamente qualificati provenienti da diverse regioni del mondo.
SUMMER SCHOOL Legality Experience
Si svolge a Lecce dal 16 al 27 luglio e a Otranto dal 27 al 29 luglio, dove gli iscritti parteciperanno al Forum. È rivolta a 65 studenti universitari, italiani e stranieri, selezionati tra gli studenti delle lauree specialistiche, laureati del vecchio ordinamento, dottorandi, dottori di ricerca, assegnisti di ricerca, studenti di master di primo e secondo livello. Prevede corsi tenuti in lingua inglese da personalità qualificate (docenti universitari, ricercatori ed esperti) provenienti da tutto il mondo.
SUMMER CAMP
Si terrà a Lecce dal 23 al 27 luglio e a Otranto dal 27 al 29 luglio, dove gli iscritti al Summer Camp parteciperanno al Forum. È aperto a circa 150 partecipanti e la quota di iscrizione è di 50 euro: gli interessati dovranno compilare un modulo disponibile sul sito www.ole2012.org. Gli incontri saranno tenuti da esperti e personalità provenienti da tutto il mondo. Al termine, verrà  rilasciato un attestato di frequenza. Appuntamento fisso di OLE, nell'edizione del 2011 hanno partecipato circa 200 persone provenienti da tutta Europa.  
FORUM
In programma a Otranto dal 27 al 29 luglio, prevede una serie di eventi culturali, incontri, dibattiti tenuti da relatori altamente qualificati provenienti da diverse regioni del mondo. La partecipazione è libera e gratuita. Le tre giornate di lavori si svolgono all'insegna del titolo “Economia Illegale, Mafie e Globalizzazione Finanziaria”. Tra gli ospiti che interverranno al Forum, alcuni dei membri della Rete di familiari e vittime della criminalità organizzata internazionale di FLARE Network, come Ilya Politkovsky, figlio della giornalista, scrittrice e attivista per i diritti umani russa Anna Politkovskaja, assassinata in circostanze a tutt'oggi misteriose nell'ottobre 2006. Tra i materiali disponibili per la stampa, anche storie e testimonianze di riscatto sociale di Sengul Balikci, vedova di Hasan, ingegnere presso la compagnia elettrica pubblica turca Tedas ucciso nell'ottobre 2002 da due sicari dopo aver denunciato casi di corruzione; del giornalista bulgaro Ognyan Stefanov, più volte vittima di intimidazioni e aggressioni e del collega russo Mikhail Beketov, ricoverato dal novembre 2008 per le gravi conseguenze di un pestaggio e i cui responsabili non sono stati ancora identificati.

Per maggiori informazioni:
web: www.ole2012.org