Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Una mostra fluttuante nel Porto di Rotterdam: “Volver sin Volver”, di Guillermina De Gennaro, progetto speciale con cui INTRAMOENIA EXTRA ART / WATERSHED migra in acque olandesi. L’appuntamento è per il 22 settembre sul Wilhelminapier,  Antoine Platekade, presso l'imbocco del nuovo ponte Rijnhavenbrug.


Alla cerimonia di inaugurazione, che si terrà alle ore 15.00 presso il Nederlands Fotomuseum, parteciperanno Francesco Palumbo, direttore d’area della Regione Puglia; Giusy Caroppo, art director di Eclettica_Cultura dell’Arte e i partner di progetto. Nell’occasione interverrà Guillermina De Gennaro e verrà proiettata una video-conversazione tra l’artista e lo storico e critico d’arte Pietro Marino.

L’installazione dell’artista pugliese, argentina d’origine, è un’immersione nel mare del passato, un ritorno simbolico alla terra dell’infanzia vissuto attraverso le immagini; ma anche la rappresentazione di quel nomadismo antico eppur contemporaneo che unisce generazioni ed etnie, un tentativo di visualizzare il sentimento del viaggio, del coraggio e del non ritorno. Essa sarà fruibile sino al 14 ottobre 2012.

Così, dopo aver colonizzato il castello barlettano, divenuto per tutta l’estate dimora fluida della “materia oscura” (Dark Matter) di Maurice Nio, il progetto europeo salpa verso il nord, in nome di quello scambio di ruoli e di una sorta di osmosi tra realtà differenti, che sono i punti chiave di WATERSHED.

Ideato e curato da Giusy Caroppo, art director di Eclettica_Cultura dell’Arte - l’associazione pugliese che lo ha prodotto - INTRAMOENIA EXTRA ART / WATERSHED  è un progetto complesso che mette in rete il Sud d’Italia e il Nord Europa (Belgio, Paesi Bassi e Svezia). Si articola in sette progetti speciali con relativa produzione di opere inedite, teatro-danza, architettura, scultura, arti visive, video art, performance art, dibattiti virtuali, residenze d’artista, attrattività paesaggistica e monumentale, il progetto è tutto incentrato sul delicato tema dell’acqua.

Realizzato con il contributo del project manager Aldo Torre in collaborazione con Troubleyn/Jan Fabre e Stichting Highbrow, INTRAMOENIA EXTRA ART / WATERSHED è risultato primo assoluto in graduatoria tra tutti i progetti di cooperazione selezionati per il 2012 nell’ambito del Programma Cultura dell’Unione Europea. Esso è cofinanziato dalla Commissione Europea e promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo, con il contributo della Provincia BAT e del Comune di Barletta.

Punto di arrivo della collaudata iniziativa INTRAMOENIA EXTRA ART, che in sei edizioni ha coinvolto le location più suggestive di tutte le province pugliesi, dal 24 settembre WATERSHED sarà di ritorno in Puglia, a Margherita di Savoia, nella singolare ambientazione delle più grandi saline d’Europa, con la “residenza d’artista” del duo svedese  Bigert & Bergström.


Per informazioni sul progetto consultare il sito di riferimento.