Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sette azioni di produzione d’arte contemporanea multidisciplinare, frutto di scambi tra realtà no profit internazionali, che trovano in Eclettica_Cultura dell’arte, un’associazione del Sud Italia, il cuore pulsante del progetto: così ha preso il via un anno fa l’iniziativa INTRAMOENIA EXTRA ART/WATERSHED, classificatasi prima al Programma Cultura della Commissione Europea su più di 300 progetti candidati. 

I risultati saranno presentati nella conferenza conclusiva organizzata a Bruxelles il 9 aprile 2013 alle ore 18.30, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura. Negli spazi dell'auditorium, la serata sarà introdotta dal video di Sarah Ciracì, che rilegge in chiave visionaria il fil rouge di WATERSHED attraverso gli interventi di libera recitazione dedicati all’acqua di Maurice Nio, Filippo Timi, Nichi Vendola.

Durante la manifestazione verranno illustrate, attraverso videoproiezioni e testimonianze, le opere inedite frutto delle residenze e gli altri step del progetto, il metodo di comunicazione, il concept grafico e il catalogo finale.

Interverranno: Silvia Godelli, Assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo; Paolo Casalino, Direttore dell’Ufficio “Rapporti con le Istituzioni dell’Unione Europea” della Regione Puglia, sede di Bruxelles;  Francesco Ventola, Presidente della Provincia Barletta Andria Trani; Federica Bindi, Direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles; Giusy Caroppo e Aldo Torre per Eclettica_Cultura dell’Arte; Barbara De Coninck per Troubleyn/Jan Fabre - Belgio, Maurice NIO per Stichting Highbrow – Paesi Bassi; lo svedese Mats Bigert, gli artisti italiani Guillermina De Gennaro, Luigi Presicce, Gianpiero Borgia.

Nato per mettere in rete l’Italia e il Nord Europa (Belgio, Paesi Bassi e Svezia) giocando sul filo rosso dell’acqua, WATERSHED è diventato la piattaforma ideale di scambio e interconnessione tra diversi linguaggi: teatro-danza, architettura, arti visive, video art, dibattiti virtuali, residenze d’artista, attrattività paesaggistica e monumentale.

Lanciato a Bruxelles nel maggio 2012, il progetto è riuscito a realizzare con successo sette complesse iniziative espositive e di produzione di arte contemporanea di carattere interdiscliplinare: le mostre “Dark Matter” di NIO architecten, suggestiva installazione ambientale nel Castello di Barletta, “Volver sin volver” di Guillermina De Gennaro, immensa installazione galleggiante nel Porto di Rotterdam, “Art is a medusa” di Jan Fabre, sinfonia in blu e prima mostra d’arte contemporanea nel Palazzo della Marra di Barletta; le residenze d’artista, rispettivamente, della Compagnia delle Formiche presso Troubleyn/Jan Fabre ad Anversa, del duo svedese Bigert & Bergström nelle Saline di Margherita di Savoia, di Luigi Presicce e Maurizio Vierucci (Oh Petroleum) nell’isola di Gotland: esperienze multidisciplinari che hanno portato alla realizzazione delle opere inedite “L’Histoire des larmes”, video-performance urbane ispirate all’omonimo testo di Jan Fabre, “The Drought”, opera multimediale dedicata alla siccità, “Sant'Elena ritrova e riduce in pezzi il Sacro Legno”, visionaria opera video; il video d’arte di Sarah Ciracì.

Fortemente caratterizzato dall’immagine coordinata a cura di QB e L-Able, il progetto è stato promosso via web e social network attraverso la trasmissione in streaming degli opening e delle conversazioni.

Ideato e curato da Giusy Caroppo, art director dell’associazione Eclettica_Cultura dell’Arte che lo produce, INTRAMOENIA EXTRA ART/WATERSHED si avvale del contributo del project manager Aldo Torre ed è stato realizzato in collaborazione con Troubleyn/Jan Fabre e Stichting Highbrow, fondazione diretta dall’architetto Maurice Nio. Il progetto è cofinanziato dalla Commissione Europea, promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo, con il contributo della Provincia BAT e del Comune di Barletta.

Per approfondimenti consultare il sito di progetto