Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

La 1^ Conferenza Internazionale del Mediterraneo, organizzata nei giorni scorsi a Cisternino dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con la Regione Puglia, l'Unione Europea, I Borghi più Belli d'Italia, l'ANCI, il CIHEAM Istituto Agronomico Mediterraneo ed il Gal Valle d'Itria, si è chiusa con la firma del Protocollo d'Intesa sottoscritto tra i sindaci ed i delegati dei Paesi  del bacino geografico del Mediterraneo intervenuti.

“Un momento storico per la nostra città – ha dichiarato il sindaco di Cisternino, Donato Baccaro -  un momento che rimarrà a lungo impresso nel libro dei ricordi della nostra piccola comunità. Il documento sottoscritto oggi non è da considerarsi un punto d'arrivo bensì soltanto il primo passo di un percorso appena iniziato e che mi auguro possa raccogliere sempre maggiori consensi ed una partecipazione sempre più estesa di nazioni aderenti al progetto comune”.

Un momento storico e al tempo stesso  significativo della comune volontà, da parte dei paesi del Mediterraneo partecipanti alla Conferenza ,  di intraprendere in modo sinergico la costruzione di una propria rete nazionale dei “Borghi più Belli”.

Occorre ”abbandonare il concetto di un Mediterraneo da ricordare soltanto come area di guerre e di conflitti tra popoli confinanti  - ha sottolineato Silvia Godelli, Assessore al Mediterraneo Cultura e Turismo della Regione Puglia, ed ha auspicato che esso “presto mare della solidarietà tra i popoli e che permetta  la crescita e lo sviluppo di tutte le eccellenze e le tipicità.”.

Il Prefetto di Brindisi, Nicola Prete, ha citato il Manzoni per “avvicinare idealmente la città di Cisternino ad altre piccole realtà italiane divenute ben presto grandi città cent'anni dopo l'unificazione nazionale”.

“Piccoli Borghi da considerarsi anima delle nostre comunità, non più anonime ma rimaste a misura d'uomo di un'Italia simbolo di bellezza in un'Europa da vivere nel contesto di un grande villaggio globale”:  questo il commento di Fiorello Primi, presidente de “I Borghi più Belli d'Italia”, promotore dell'idea di Cisternino quale capofila della costituenda associazione della rete internazionale de “I Borghi più Belli del Mediterraneo”.

Il presidente del Consiglio Regionale della Puglia, Onofrio Introna, ha citato invece Martin Luther King, per ricordare ”un sogno, quello di vivere in un mondo di pace, nel quale gli uomini si rispettino e rispettino l'ambiente attraverso il progetto di fare della qualità dell'ambiente e della bellezza una leva ed una risorsa dello sviluppo”.

Cosimo Lacirignola, presidente del CIHEAM Istituto Agronomico Mediterraneo, dal canto suo, ha assicurato il sostegno dell'Istituto alle attività della rete dei Borghi più belli del Mediterraneo, intese a proporre una risposta concreta alla ricerca di un modello di sviluppo “diversamente” intelligente, mentre per Ugo Patroni Gruffi, presidente della Fiera del Levante di Bari “unire i piccoli centri di quest'area  contribuirà a creare una grande rete materiale e immateriale, fare economia, produrre ricchezza e favorire l'integrazione tra i popoli”.

Al termine della manifestazione la firma del Protocollo d'Intesa sulla strada della costituenda associazione de “I Borghi più Belli del Mediterraneo”,  cui hanno aderito la Repubblica di Albania, con l'Ambasciatore Neritan Ceka, l'Associazione AAM, le Municipalità di Korca e di Shala-Theth, di Croazia, con l'Addetta alla Cultura dell'Ambasciata di Croazia, Ines Sprem ed il Console Onorario della Repubblica di Croazia per la Puglia, Rosa Alò, della Bosnia Erzegovina Repubblica Serbska, con l'Associazione ALVRS, di Israle, con le Municipalità di Mi'Lia e di Old Acre, di Malta, rappresentata dalla Municipalità di Birgu, del Montenegro, con l'Associazione dell'Union of Montenegrin Municipalities, della Palestina, rappresentata da ben tre Municipalità, quelle di Zababdeh, Beit Sahour e Battir, della Slovenia, con l'Associazione dell'Union of Slovenian Municipalities, della Spagna, con l'Association Los Pueblos e della Turchia con l'Associazione di Trakyakent, la Municipalità di Karaburn ed il Sindaco della città di Vise.

Sul palco sono intervenuti anche Igor Danilov, presidente della Fondazione Russa “Metropoli San Pietroburgo”, Victor Magiar Responsabile dell'Ufficio Internazionale ANCI, Michele Picciano, Presidente Nazionale AICCRE, Franco Ancona, Presidente del Gal Valle d'Itria, l'Europarlamentare Andrea Cozzolino, Fabio Pollice, delegato della Società Geografica Italiana e Francesco Losurdo per la Community of Mediterranean Universities.

A suffragio di quanto concretizzato in dieci mesi di costante lavoro, a riflettori ormai spenti il Sindaco di Cisternino, Donato Baccaro, e quello della città palestinese di Zababdeh, Mutie Diebes, hanno sottoscritto un verbale d'intenti che tuteli e promuova la bellezza dei propri territori attraverso azioni dirette allo sviluppo della fraternità e della pace in considerazione della adesione, da diversi anni, del Comune di Cisternino, al tavolo della pace.

In cantiere un percorso comune di iniziative, di visite e di scambi socio culturali sorrette dalla comune volontà di approfondire e sviluppare le reciproche conoscenze che possa culminare con un prossimo gemellaggio tra le due città.