Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Mercoledì 19 marzo, alle ore 17, nel castello svevo di Bari, s’inaugura KETAV, SEFER, MIKTAV. La cultura ebraica scritta tra Basilicata e Puglia, Mostra interregionale Puglia dedicata a Cesare Colafemmina. Sedi della Mostra sono il Castello svevo di Bari (19 marzo - 1 aprile 2014) e il Museo Archeologico Nazionale di Venosa, nel Castello Del Balzo (20 marzo - 20 settembre 2014).

Al Castello svevo di Bari interverranno per i saluti: Maria C. Nardella, Direttore regionale ad interim per i Beni culturali e Paesaggistici della Puglia e Soprintendente Archivistico della Puglia, Salvatore Buonomo, Soprintendente BAP per province Ba, BAT e Fg, Francesco Perillo, Presidente del GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano. Mauro Perani, Università di Bologna, terrà la Lectio magistralis “La rinascita della cultura ebraica della Terra d’Israele in Puglia fra VIII e XI sec. e sua diffusione in Europa”. Introdurrà Antonio Uricchio, Magnifico Rettore Università degli Studi di Bari “A. Moro”. Saranno in videoconferenza, dal Centro Primo Levi di New York: Natalia Indrimi, Executive director, e Alessandro Cassin, Director of Publishing. Prima della visita guidata, condotta da Tommaso Lagattolla, ideatore del progetto di allestimento, sarà presentato il volume di Cesare Colafemmina, Ebrei a Trani. Fonti documentarie. Coordina Mariapina Mascolo, Presidente CeRDEM.

Il giorno dopo, giovedì 20 marzo, alle ore 17, la Mostra s’inaugura a Venosa, nella sede del Museo Archeologico Nazionale (Castello Del Balzo). Interverranno: Antonio De Siena, Soprintendente per i Beni Archeologici della Basilicata, Francesco Perillo, Presidente GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano, Rosa Correale, Commissario Straordinario Comune di Venosa. È in programma la Lectio magistralis di Mauro Perani sul tema “La rinascita della lingua ebraica in Occidente negli epitaffi delle catacombe di Venosa nei secc. VII-VIII”. Conclusioni: Marcello Pittella, Presidente della Regione Basilicata. Coordina la curatrice Mariapina Mascolo. Seguirà visita guidata alla Mostra.

La Mostra è promossa da: CeRDEM, GAL Sviluppo Vulture Alto Bradano, MiBACT - Direzioni Regionali di Puglia e Basilicata, Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Università degli Studi di Bari e Alma Mater di Bologna, AISG. Patrocini: Goldstein-Goren Diaspora Research Center Tel Aviv University, Club UNESCO del Vulture, Centro Primo Levi di New York, Centro Studi Ebraici Università “L’Orientale” di Napoli, Università degli Studi della Basilicata, Presidio del Libro Musiche & Arti, Sezione Ebraica del Museo diocesano di Trani, FAI e FAI Giovani Delegazione di Bari. Sponsor tecnici: Lucia Laviola Restauri.

Orari apertura Mostra:

Bari, Castello svevo, piazza Federico II. Apertura ore 8.30-19.00 tutti i giorni esclusi i mercoledì. Info: tel. 080.5286261/219/210 -

http://www.sbap-ba.beniculturali.it/

Venosa, Museo Archeologico Nazionale, Castello del Balzo, piazza Umberto I. Apertura ore 9.00-20.00 tutti i giorni; martedì ore 14.00-20.00. Info: tel. 0972.36095

http://basilicata.beniculturali.it/