Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si inaugura mercoledì 16 aprile alle 19.00 presso il Teatro Margherita di Bari la mostra “Holy Adriatic” progetto speciale per Bari di Paolo Consorti realizzato nell’ambito di INTRAMOENIA EXTRA ART. Si tratta di una tappa del ciclo “Rebellio Patroni”, avviato dall’artista in concomitanza con il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con l’intento di percorrere la penisola, celebrando la bellezza delle città ospitanti e riflettendo sulle emergenze di oggi.

Un “viaggio Italiano” in cui storia e presente raccontano l’identità del nostro Paese, che riprende dopo Milano, Venezia, Napoli, con una mostra e una performance ideata per Bari, ispirata a San Nicola e alla sua traversata dell’Adriatico.

Nel progetto “Rebellio Patroni” di Paolo Consorti la storia dei santi è proiettata nel quotidiano, il loro operato e la loro iconografia vengono riletti con gli strumenti di un’arte che fonda soprattutto nella parola e nell’azione il proprio linguaggio.

I santi, svincolati così dall’apparato convenzionale al quale sono stati relegati dalla devozione e l’immaginario collettivo, vengono presentati dall’artista come performer ante-litteram, protagonisti di un’arte fuori dagli schemi e finalmente restituiti ad un ruolo attivo, affine a quello della loro esistenza storica.

A Bari, special guest sarà San Nicola, santo che, per antonomasia, unisce oriente e occidente nonché sacro e profano. Questa sua specificità, essenziale nelle figure scelte da Paolo Consorti, sarà riletta dall’artista nell’apparizione di un noto volto della satira politica e civile, Pinuccio, pugliese verace e trasversale provocatore “quotidiano” via web, che in un sodalizio artistico con Consorti, alternerà le sue incursioni alla musica d’autore di Gerardo Casiello e la sua band di musicisti/marinai.

Lo sguardo del Santo è proposto come punto di osservazione privilegiato, a metà tra l’assoluto e il quotidiano, posizione che permette - tramite il distacco - di comprendere in una visione più ampia il presente. Sacro e profano si mescolano e la santità diviene pretesto per parlare di tematiche terrene aggirando con ironia la retorica sul decadimento morale e civile della società.

Costituita da una mostra di circa venti “santini” e due grandi installazioni, a memoria delle performance di San Francesco alias Elio delle Storie Tese e San Gennaro alias Giobbe Covatta,“Holy Adriatic” offrirà un progetto intenso di significati, che si muoverà tra storia e contemporaneo.

Un progetto fortemente politico, nel senso più puro del termine, dove per “politica” si intende interpretare le urgenze sociali legate anche alla diffusione della cultura in senso stretto, con uno sguardo consapevole agli spazi ad essa destinati e alla dignità della storia millenaria di una città come Bari.

“Le vesti del Santo. San Nicola e la sua rappresentazione”, “Arte e pubblico. Politiche pubbliche per l’accesso alla cultura”, “Bari e I luoghi della contemporaneità”, saranno alcuni degli argomenti approfonditi nei talk aperti al pubblico che animeranno il periodo di esposizione e che vedranno la partecipazione di esponenti delle istituzioni, urbanisti, architetti, storici, esperti di tecnica del costume e di comunicazione, religiosi, associazioni di settore, candidati a governare il futuro della città.

INTRAMOENIA EXTRA ART/Holy Adriatic è un progetto di Eclettica Cultura dell’Arte curato da Giusy Caroppo, promosso da Regione Puglia- Assessorato al Mediterraneo Cultura e Turismo e realizzato in collaborazione con Comune di Bari – Assessorato ai Rapporti Internazionali, Marketing Territoriale e Comunicazione Istituzionale