Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

In arrivo a Sofia la mostra "Con l'Italia nel cuore", che verrà inaugurata venerdì nelle sale dell'Istituto di Etnologia e Folclore con Museo Etnografico - Ban. L'esposizione, curata dal polo museale bulgaro in collaborazione con l'Istituto italiano di cultura, racconta la presenza italiana negli anni del Terzo impero bulgaro. L'intento è quello di far conoscere al pubblico locale il ruolo e il posto dell'Italia e dei suoi rappresentanti durante quel periodo, dalla fine del XIX alla metà del XX secolo, cruciale per il Paese dell'Europa orientale dopo cinque secoli di dominio ottomano.

In questo modo, si sottolinea il ruolo italiano nella costruzione della Bulgaria moderna, ribadendo gli eccellenti rapporti culturali e affettivi che da tempo legano i due Paesi. La mostra è composta da foto e documenti, forniti dall'Archivio di Stato bulgaro, dal palazzo reale Vrana, dal Museo nazionale di storia militare e dalla comunità cattolica in Bulgaria.

In esposizione ci saranno, fino al 16 agosto, oggetti personali della principessa Maria Luisa di Parma e della Zarina Giovanna di Savoia, insieme a quadri di pittori italiani degli inizi del XX sec. e medaglie e onorificenze di volontari italiani che hanno partecipato nella guerra serbo-bulgara del 1885. Un posto speciale è riservato alla comunità italiana cattolica in Bulgaria, a monsignor Angelo Roncalli e alla comunità monastica delle Suore dell'Eucaristia. Spazio anche per copie di fotografie e documenti di eredi d'italiani, vissuti in Bulgaria agli inizi del XX sec.