Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Venerdì 16 maggio 2014, nell’ambito del progetto ThULab, il Laboratorio Urbano CiberLab di Valenzano inaugura la collettiva “Realtà immaginate” con Mazzarago – Conoci - Mangialardo. Tre diverse modalità espressive e comunicative, dalle installazioni alla Street Art e Video Art. Un appuntamento che sintetizza il valore e la ricchezza delle differenze: tre artisti che dal Salento alla Terra di Bari guardano all’Europa non dimentichi delle proprie origini.

Le opere di Roberto Maria Eduardo Mazzarago fanno parte di una serie in cui l’artista modifica vecchie sedie reinterpretandone il significato intrinseco. Un elemento che nel senso comune richiama immaginari di convivialità, dialogo, comunione, diventa, dopo le modifiche apportate dall’artista, riferimento all'inaccessibilità, allo stress e alla precarietà nei rapporti.

Gianleonardo Conoci con Color Wix si lascia ispirare in un intervento site specific dedicato all’ecogiardino dello spazio ospite. Colori vivaci, spesso contrastanti e accesi attingono all’immaginario presentando atmosfere favolistiche vicine al mondo dell’infanzia e cariche di significati altri.

Hermes Mangialardo presenta Scarabocchi una collezione di corti animati, disegnati, scarabocchiati partendo da una canzone dei Pink Floyd composta da Syd Barrett che recitava: “basta leggere le righe di neri scarabocchi e tutto risplende”. Presentati in Festival di animazione di tutto il mondo, i video di Mangialardo raccontano storie fantastiche e oniriche, creando atmosfere diversamente contaminate da elementi favolistici e sequenze che incollano lo sguardo allo schermo.

Il CiberLab apre le sue porte già dalle 10.30 per permettere ai visitatori di assistere alla realizzazione del murales di Gianleonardo Conoci. Per tutta la giornata sarà possibile esplorare il backstage dell’allestimento insieme all’artista Roberto Maria Eduardo Mazzarago e fruire della video installazione di Hermes Mangialardo. La mostra sarà poi visitabile tutti i giorni, fino a mercoledì 21, dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Per la giornata di chiusura previste esibizioni di breakdance, djing e writing a cura dell’Associazione di Promozione Sociale Cips.

I Laboratori Urbani sono immobili dismessi, edifici pubblici in disuso, palazzi storici abbandonati che, grazie al finanziamento del Programma Bollenti Spiriti della Regione Puglia, sono stati dotati di attrezzature, arredi e strumenti per diventare nuovi spazi pubblici al servizio dei giovani e delle politiche a loro dedicate.

I Ciberlab sono spazi al servizio dei giovani, spazi per la creatività e per l'applicazione delle tecnologie digitali a Musica, Arte e Video. Propongono una serie di attività mirate alla diffusione delle conoscenze e competenze in ambito informatico e artistico, allo sviluppo delle capacità cognitive, all'orientamento ed inserimento occupazionale, all'attivazione di processi di incontro, confronto, socializzazione ed innovazione.

Per seguire tutti gli eventi ThULab e conoscere gli artisti è attivo il sito web: thulab-spazioartivisive.jimdo.com