Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Le attività di Teatri Abitati, le residenze teatrali della Regione Puglia che operano con grande successo da ormai cinque anni, proseguono per i prossimi tre mesi con una speciale azione di "audience development" affidata a Teatro Pubblico Pugliese, per una spesa di 250mila euro a valere sul PO FESR 2007/2013. Si tratta dell’accompagnamento alla visione della drammaturgia contemporanea nella rete delle undici residenze, e si svolgerà dall’11 ottobre al 27 dicembre nei teatri di Manfredonia, Barletta, Ruvo di Puglia, Mola di Bari, Gioia del Colle, Mesagne, Taranto, Massafra, Lecce e Nardò.

Saranno programmati 39 spettacoli, prodotti da 31 compagnie (di cui  18 pugliesi) per complessive 68 recite, il 75% delle quali di spettacoli regionali. In cartellone, tra l'altro, "Else. Andante con brio” della Bottega degli Apocrifi, “Capatosta” del Crest, “Eros e Thanatos” di Atir, “Namur” del Kismet, “Psyco Killer” di Ippolito Chiarello, “La grande magia” de Le Nuvole, il dittico “Il cortile” e “La festa” di Scimone-Sframeli, “Kater I Rates” di Thalassia.

Obiettivo della nuova iniziativa quello di facilitare l’incontro fra la drammaturgia contemporanea e lo spettatore, valorizzando le differenze fra gli spettacoli e quelle fra i diversi target di pubblico. Lo psicologo e mediatore culturale Giorgio Testa, direttore della Casa dello Spettatore, favorirà lo scambio di pratiche fra  le residenze e racconterà questi prossimi tre mesi di lavoro in un apposito report pubblico.