Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Per i primi due bandi del Programma comunitario Enpi Cbc Bacino del Mediterraneo sono state 900 le proposte presentate ed i 37 progetti selezionati sino ad oggi riguardano settori importanti per la cooperazione fra le due sponde del Mediterraneo quali la gestione delle risorse idriche, le energie rinnovabili, lo sviluppo locale legato al turismo sostenibile e il rafforzamento dei sistemi di governance locale. Lo ha reso noto il Commissario europeo per la Politica di Vicinato, Stefan Fule.


Fule ha apprezzato il ''forte impegno'' con cui la Regione Sardegna, in qualità di Autorità di Gestione del Programma, sta portando avanti il lavoro. In un'intervista, pubblicata sul sito del Programma, il Commissario si è infatti congratulato per l'interesse suscitato dai due bandi sinora lanciati, che complessivamente hanno avuto 900 proposte progettuali provenienti dai 14 Paesi dell'area Mediterranea che partecipano al Programma. All'avvio dei primi progetti selezionati (con il Bando 2009) si affianca, infatti, il processo di valutazione del Bando lanciato lo scorso maggio mentre presto sarà pubblicato il terzo ed ultimo Bando previsto per l'intero ciclo di programmazione 2007-2013.

Oltre alla soddisfazione, da parte del Commissario europeo, per quanto già fatto vi è anche ottimismo per il futuro: ''Se da un lato il forte impegno dell'Autorità di Gestione e dei 14 Paesi partecipanti ha contribuito in chiave positiva allo sviluppo del Programma - ha sottolineato - dall'altro il processo di cooperazione che il Programma ha avviato conoscerà una nuova stagione nel quadro della rinnovata strategia dell'Ue nei confronti dei suoi vicini. Una strategia che valorizza la Politica di Vicinato prevedendo nuovi indirizzi anche in considerazione dei recenti avvenimenti nell'area Mediterranea.

Il “sostegno forte ai partner impegnati nella costruzione di una democrazia profonda”, il raggiungimento di “obiettivi più ambiziosi” e la creazione di partenariati reali con i governi e con la società civile”. I programmi di cooperazione transfrontaliera, e tra questi il Programma Enpi Cbc Bacino del Mediterraneo, rappresentano perfettamente per il Commissario ''il nuovo approccio dell'Ue e sono uno strumento utile per la cooperazione tra le persone sul campo a beneficio delle popolazioni locali''.

Approfondimenti: scheda sintetica Programma Enpi Cbc Med.