Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Lanciato ufficialmente a Roma  nella due giorni del 10 e 11 giugno 2013, il progetto MED-DESIRE ("MEDiterranean DEvelopment of Support schemes for solar Initiatives and Renewable Energies"), sviluppato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea CBC Enpi – Bacino del Mediterraneo, punta alla diffusione dell’efficienza energetica in tutta l'area del Mediterraneo, attraverso lo studio di  piani di finanziamento innovativi e di strumenti di incentivazione del mercato.

 

L’idea è quella di contribuire al trasferimento a all’attuazione di buone pratiche per facilitare l’adozione dell’energia solare. L’incontro di lancio di questo lungo progetto, della durata prevista di 36 mesi,  vede a confronto le nove organizzazioni coinvolte, per discutere tutte le attività previste e focalizzarle su questi comuni obiettivi, in modo da riuscire a superare le difficoltà ancora esistenti.

Persistono infatti numerosi ostacoli giuridici, normativi, economici e organizzativi alla produzione e diffusione  dell’energia solare, nonostante l’impegno politico congiunto e il comune riconoscimento dell’enorme potenziale solare di cui l’intera area mediterranea è depositaria.

Il budget messo a disposizione del progetto è pari a 4.655.007 euro  (contributo del programma al 90%). Coordinato dalla Regione Puglia - Assessorato Ricerca e Competitività - il partenariato di progetto riunisce gli attori responsabili della politiche di efficienza energetica e di attuazione dello sviluppo in Egitto, Italia, Libano, Spagna e Tunisia.

 

Informazioni più dettagliate sul sito di riferimento