Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Sviluppo sostenibile  e pianificazione territoriale” è il titolo dell’evento di capitalizzazione organizzato per il 26 novembre prossimo presso il Centro Congressi Cavour di Roma (via Cavour 50 – ore 09.00/17.00) nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliero  ENPI Bacino del Mediterraneo 2007/2013.

Tre le sessioni previste, dopo l’apertura in plenaria, mirate rispettivamente a fare il punto sulla crescita economica sostenibile, la governance locale, della pianificazione territoriale e dello sviluppo rurale e la gestione integrata delle zone costiere dei  trasporti.

In particolare, la prima sessione si focalizzerà sui progetti più significativi realizzati nel quadro del Programma CBC ENPI MED, presentando le “buone prassi” e le “sfide”, la seconda si concentrerà sui cinque “bisogni a medio termine” emersi nei vari progetti, mentre nella terza sessione  tutti i partecipanti saranno invitati a commentare le "buone pratiche" e le "sfide" evidenziate nelle sessioni precedenti  al fine di favorire lo scambio di idee, la sinergia e la condivisione dei risultati.

Chiusura in plenaria con presentazione di rapporto finale da parte di tutti i gruppi di discussione.

Il Programma di cooperazione transfrontaliero CBC ENPI MED è finalizzato a promuovere una cooperazione armoniosa e sostenibile nel Bacino del Mediterraneo, individuando soluzioni congiunte per sfide comuni, rafforzando il potenziale endogeno dei territori coinvolti e rendendo più sicuri i confini marittimi mediterranei dell’Unione Europea.

Qui il icon programma dell'incontro (269.29 kB)