Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Dagli incendi alla desertificazione, sono tanti i fenomeni che minacciano le foreste dell'area euro-mediterranea. A fare il punto gli esperti di diversi Paesi, riuniti in Marocco, nel quadro del progetto europeo "Rete mediterranea della ricerca e dell'innovazione nel campo forestale"(MENFRI). Gli esperti, riferisce il sito web di Enpi(www.enpi-info.eu), rilevano un trend di abbandono in termini di gestione e di manutenzione delle foreste nel Nord del Mediterraneo, che aumenta quindi il rischio roghi e parassiti.

Nell'area meridionale invece, sono l'eccesso di pascolo e la desertificazione a costituire le principali minacce. Creando una piattaforma di discussione, MENFRI punta sullo scambio di buone pratiche, contatti e conoscenze, oltre che a promuovere la gestione delle foreste come un settore innovativo e che crea occupazione nel Mediterraneo.

Il progetto MENFRI parte dal presupposto che le attività sostenibili dovrebbero anche essere fonte di profitto, grazie alla diversità delle risorse e alla valorizzazione dei prodotti di eccellenza della regione. MENFRI è un progetto di ricerca finanziato dall'Ue nell'ambito del settimo programma quadro (FP7).