Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Il Programma di cooperazione transfrontaliero Ipa-Adriatico, puntando sul turismo sostenibile ed ecologico, partecipa alla 31ma edizione della Borsa Internazionale del Turismo (17-20 febbraio). Tra le primissime fiere di riferimento per l’industria turistica mondiale, la Bit ospita Ipa Adriatico in uno stand di 21mq, dotato di Help desk per rispondere alle domande dei visitatori e di un punto per la distribuzione di materiale informativo sul Programma.


E per far conoscere meglio i temi del Programma si terrà il 18 febbraio un workshop dal titolo ‘Ecoturismo a difesa e promozione del mare’ (ore 10,30 Sala A Lem 2). L'intento è di arrivare ad una promozione integrata di percorsi turistici dell’area adriatica e, nello stesso tempo, di illustrare anche i progetti approvati con il primo bando nell’ambito del turismo, ambiente e territorio.

Il turismo sostenibile è tra le misure previste nel secondo dei 3 assi in cui è articolato il Programma che coinvolge 3 Stati membri dell’Unione europea (Italia, Slovenia e Grecia) e 5 candidati e potenziali candidati Ue (Croazia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Albania e Serbia).
Da parte italiana sono coinvolte 7 regioni: Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Puglia e Molise. Ipa-Adriatico ha una dotazione complessiva di circa 280 milioni di euro e mira ad armonizzare l’area transfrontaliera adriatica nel nome della cooperazione economica ed istituzionale, culturale, turistica, ambientale ed infrastrutturale.

Per maggiori informazioni sul Programma Ipa – Adriatico consultare la scheda di approfondimento a cura della Redazione Europuglia.

 

 

Fonte: ANSAmed