Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

A Termoli, evento finale del nuovo programma di prossimità Adriatico (Nppa) Interreg/Cards/Phare (2000-2006) per fare il punto sulle esperienze dei Paesi partecipanti al programma di cooperazione transfrontaliero, presentare i risultati generali raggiunti e riflettere sugli importanti passi avanti conseguiti verso il rafforzamento del processo di cooperazione durante il periodo di programmazione 2000-2006. 


Il programma, conosciuto come Interreg IIIA, ha coinvolto le regioni Abruzzo, capofila, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche, Molise e Puglia, e gli Stati di Albania, Bosnia Erzegovina, Croazia, Serbia e Montenegro. L'azione di Interreg IIIA prosegue nell'ottica della continuità con il Programma di Cooperazione transfrontaliera "CBC IPA Adriatico" (2007-2013): è stato incentrato su tre assi ed ha avuto come obiettivi l'affermazione della cooperazione transfrontaliera economica, culturale, ambientale e infrastrutturale e di conseguenza l'armonizzazione del livello sociale di una grossa area transfrontaliera adriatica, denominata a livello comunitario l'Euroregione Adriatica, ed ha avuto una spesa rendicontata di 114 milioni di euro con la quale sono stati finanziati 165 progetti.

I lavori di oggi si aprono con i saluti di Gianfranco Vitagliano, assessore alla Programmazione della Regione Molise, cui seguirà la proiezione di un video che illustrerà i risultati del Programma. Sul tema delle prospettive di programmazione tra i Paesi transfrontalieri adriatici interverrà Giovanna Andreola, Autorità di Gestione del Programma oltre che dirigente del servizio Attività Internazionali della Regione Abruzzo, che illustrerà il passaggio "Dall'Interreg all'IPA". Concluderà i lavori Olivera del Cont del Segretario Tecnico Congiunto che presenterà i risultati conseguiti e le azioni realizzate nel periodo di programmazione di Interreg IIIA. Modererà i lavori Bernardo Notarangelo, dirigente Servizio Mediterraneo Regione Puglia.