Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è tenuto a marzo a Pola, in Croazia, il I° Thematic workshop del progetto ADRI-SEAPLANES, finanziato nell’ambito del Programma CBC IPA Adriatico e finalizzato a diffondere a livello locale i benefici dell’intervento sostenuto dall’Unione Europea.


All’evento, preceduto da uno Steering Committee, hanno partecipato oltre alla Provincia di Teramo (partner capofila), l’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia, l’Autorità Portuale di Brindisi, ENAC, i porti di Pola (Croazia), Bar (Montenegro), Valona (Albania), Region of Ionian Island, Regional Unit of Corfu (in qualità di partner di progetto), istituzioni locali quali la regione Istria, la città di Pola, la Istrian Development Agency, la Camera di Commercio di Pola, il comandante della Capitaneria di Porto, la Croatian Civil Aviation Agency, il Ministero degli Affari Marittimi Croato, nonché rappresentanti del settore turistico ed imprenditoriale locale e operatori del settore del trasporto tramite idrovolanti.

Il progetto ADRI-SEAPLANES è finalizzato alla creazione delle condizioni di base, a livello normativo e operativo, per facilitare la nascita di collegamenti tra le due sponde dell’Adriatico tramite idrovolanti e prevede, oltre alla necessaria fase di analisi e di studio delle normative esistenti, una fase pilota con voli che verranno effettuati tra i diversi porti partner, in modo da testare e valutare il modello operativo studiato nel corso del progetto.

Dopo i saluti introduttivi delle autorità ospitanti e della Capitaneria di Porto, sono stati illustrati gli obiettivi principali del progetto. Due operatori del settore, in particolare, hanno parlato delle pregresse esperienze ed i progetti futuri nell’ambito del trasporto internazionale con idrovolanti partendo dalla Croazia. Successivamente rappresentanti della Croatian Civil Aviation Agency e del Ministero degli Affari Marittimi Croato hanno presentato lo stato dell’arte della normativa ed hanno dato vita ad un dibattito con i presenti, fornendo utili suggerimenti per le attività di progetto.

Approfondimenti: Programma CBC IPA Adriatico.