Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sarà l'Assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia Silvia Godelli a presentare a Bruxelles il Progetto strategico “ALTERENERGY” (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities), finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione transfrontaliero IPA Adriatico e che vede coinvolta la Regione Puglia - Servizio Mediterraneo in qualità di Lead partner. La cornice è il dibattito dedicato alla Macroregione Adriatico-Ionica ("Adriatic-Ionian Macroregion: Transnational, crossborder and interregional cooperation actions paving the way ahead”) in occasione degli Open Days 2012 e del 10° anniversario della “Settimana Europea delle Città e delle Regioni”.


Da un lato l'impatto degli interventi che i Fondi strutturali hanno avuto in passato e, dall’altro, le modalità con cui potrebbero essere legati alla strategia Europa 2020 in futuro: nel dibattito sulle prospettive dell'Europa, della sua politica di coesione e della sua dimensione di governance multilivello, il Progetto strategico “ALTERENERGY” rappresenterà un esempio di good practice nella complessa attività di sviluppo delle energie da fonte rinnovabile, attraverso il coinvolgimento delle regioni costiere adriatiche. Accanto alla Puglia, infatti, il partenariato è composto da tutte le regioni italiane bagnate dal Mare Adriatico e da Slovenia, Croazia, Bosnia Herzegovina, Serbia, Albania, Montenegro, Grecia.

La prospettiva della Macroregione Adriatico-Ionica, che ha visto in questi anni la Puglia particolarmente attiva, potrà poi costituire la dimensione strategica della cooperazione da realizzare nel quadro della programmazione europea 2014/2020, andando a rappresentare un potente fattore di integrazione dell'area e uno strumento di grande propulsività sotto il profilo dello sviluppo economico e sociale di tutti i territori coinvolti.

L'evento, organizzato dalla delegazione di Bruxelles della Regione Puglia, è fissato in agenda mercoledì 10 ottobre, presso l'Espace Monte Paschi Belgio (ore 9.00-13.00), con l’obiettivo di incoraggiare la condivisione delle esperienze e stimolare il dibattito sulla buona governance locale, regionale e transfrontaliera e la gestione dei fondi UE.

Approfondimenti: programma Open Days 2012.