Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

 

Il Progetto Powered (Project of Offshore Wind Energy: Research, Experimentation, Development), cofinanziato nell’ambito del Programma di cooperazione transfrontaliera IPA Adriatico, è entrato nel vivo con il Meeting dei partner a Tirana. In agenda nel 2013: convegni ad Ancona (29 e 30 maggio) e Ravenna (27-28 giugno).

Nel corso della due giorni (28-29 gennaio) dagli interventi del Ministero dell’economia, del commercio e dell’energia albanese è emerso come l'Albania sia uno dei pochi Paesi europei che produce energia elettrica integralmente da fonti rinnovabili (in particolare idroelettrico), puntando su una strategia di ulteriore sviluppo delle energie pulite in un'ottica di integrazione sull’asse Italia-Bulgaria-Grecia.

Entro i primi giorni di febbraio verrà pubblicato sulla Gazzetta ufficiale italiana e sulla gazzetta ufficiale europea (Gu) il bando di gara per l’assegnazione dell’intervento di installazione di: 8 torri anemometriche costiere e dell'equipaggiamento di misura di una torre già esistente.

Fissati anche i prossimi appuntamenti: il primo sarà organizzato dalla Regione Marche e dall’Università Politecnica delle Marche ad Ancona il 29 e 30 maggio 2013. Il 29 è previsto il convegno scientifico che affronterà i temi delle infrastrutture, del trasporto, delle tecnologie, dell’ambiente e del paesaggio che riguardano l’installazione e la gestione degli impianti eolici off shore in Italia, nell'area adriatica e nel mondo. Saranno invitati esperti internazionali del settore: il confronto avrà come punto di partenza il Progetto Powered. Il 30 è in agenda il meeting dei partner del progetto per fare il punto sullo stato di avanzamento e sull’avviarsi della fase finale di lavoro. Il secondo evento, invece, si terrà a Ravenna, il 27 e 28 giugno, sui temi delle potenzialità eoliche lungo la costa e dello sviluppo dei ‘green port’ nell’area adriatica. In programma, inoltre, la partecipazione verso la fine del 2013  ad alcuni selezionati eventi che riguardano il settore dell’eolico off shore in Europa.

Nell’incontro di Tirana, infine, sono stati presentati i primi risultati della mappa del vento ed è stato introdotto un tema importante collegato ad essi: la possibilità di certificare i dati in modo che chi è interessato a investire e intervenire nel campo dell’off shore – imprenditori, istituti bancari, ma anche chi deve rilasciare le autorizzazioni – possa avere a disposizione un prodotto assolutamente affidabile e riconosciuto tale dagli Istituti di credito e dai Fondi di investimento internazionali. La proposta è arrivata direttamente dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Approfondimenti