Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è tenuto nei giorni scorsi a SibeniK (Croazia) un incontro tecnico del progetto INTERMODAL (INTERmodality MOdel for the Development), finanziato con fondi IPA Adriatico CBC 2007-2013, sul tema: “Verso un approccio alla mobilità multimodale nelle aree urbane dell’Adriatico: nuove soluzioni e possibilità per un sistema di mobilità a basso contenuto di carbonio”.

Al progetto aderisce la Regione Puglia, per il tramite dell'Assessorato alla Mobilità. Capofila è Conerobus, Azienda pubblica per la mobilità provinciale di  Ancona con funzioni di coordinamento generale di progetto. Aderiscono inoltre: Ministero dei Lavori pubblici e Trasporti albanese, Comune di Valona - Settore Trasporti, Comune di Jesi, Regione Emilia Romagna - Settore Turismo, Regione Puglia - Assessorato Mobilità, Città di Šibenik (Croazia), Territorio di Spalato (Croazia) - Settore Sviluppo Economico, DUNEA ll, Agenzia Regionale di Sviluppo - Dubrovnik.

Il progetto ha come obiettivo quello di individuare modelli e modalità di trasporto intermodale e sostenibile anche finalizzati a supportare le vocazioni turistico-ricettive delle aree rappresentate dai partner coinvolti. Nel corso dell'incontro sono state discusse le attività e i risultati di progetto già raggiunti ed è stato analizzato “L'inventario delle buone pratiche e degli studi sull’intermodalità dei passeggeri nell’Unione Europea".