Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Grazie al Progetto Powered (Project of Offshore Wind Energy: Research, Experimentation and Development), il 28 giugno scorso è stato inaugurato sulla Diga foranea nord di Porto Corsini, nella zona del Terminal crociere, un impianto minieolico modello TN535 realizzato dalla Tozzi Nord (che è uno degli sponsor di Powered). La cerimonia ha visto la presenza dei partner del progetto, fra cui la Provincia di Ravenna, che ha organizzato l‘evento.

Nella stessa giornata, nella sala convegni dell’Autorità portuale è stato ospitato un incontro sul tema ‘Le potenzialità dell’energia eolica nell’area adriatica e le prospettive del green port’, durante il quale sono stati presi in esame tutti gli aspetti legati a una strategia di ‘sviluppo sostenibile’ degli scali marittimi adriatici: il porto ravennate si è già candidato a essere un laboratorio per sperimentare tutte le soluzioni che permettano di concretizzarla. All'incontro ha partecipato, per il Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, Andrea Angelini, responsabile delle attività dei WP 5 e 6 .

L’installazione del nuovo impianto minieolico – che si aggiunge a un impianto microelico da 1,5 kwp ad asse verticale che sempre grazie al Progetto Powered fu installato il 17 dicembre 2011 – è un importante passo in questa direzione. Allo stesso tempo, grazie ai due anemometri che sono ‘accoppiati’ con le due pale eoliche, insieme a quello di grandi dimensioni realizzato nell’ambito del Progetto Powered dalla Micoperi di Ravenna, sarà possibile misurare la relazione tra vento e effettiva produzione di energia direttamente sui moli del Porto ravennate.

TN535 è l’unico aerogeneratore italiano certificato secondo lo standard internazionale MCS (Microgeneration Certification Scheme), in grado di produrre 37.300 kWh ad una ventosità media annua di 5 m/s. La principale caratteristica dell’impianto, che lo rende ideale per l’area del Porto di Ravenna, è che offre elevate capacità di produzione energetica anche in siti con bassi regimi di vento, grazie a caratteristiche tecniche come il controllo attivo del passo pala e dell’imbardata. Un avanzato sistema di controllo da remoto della macchina, inoltre, ne garantisce massima sicurezza.

L’obiettivo di Powered, come hanno ribadito Antonio Sorgi, Dirigente della Regione Abruzzo, che è Lead partner del progetto, e Renato Ricci dell’Università Politecnica delle Marche e responsabile scientifico del progetto,  è quello di verificare se e dove esistano le condizioni di vento per potere investire nei grandi parchi eolici offshore. Al contempo la rete anemometrica prevista e i modelli matematici forniranno dati certificati, utili all’installazione di qualsiasi impianto eolico lungo la costa adriatica a partire dai grandi porti adriatici.

Per questo, come hanno evidenziato gli assessori provinciali Gianni Bessi e Mara Roncuzzi, il progetto Powered è fondamentale anche per il territorio ravennate: siamo impegnati in un progetto complesso ma importante per la città, che prevede la graduale trasformazione del Porto di Ravenna in un moderno green port all’avanguardia in Europa.

A tal proposito il Rappresentante dell'Autorità Portuale ha comunicato che il 25 giugno è stato ufficialmente presentato sulla Call del Programma Life 2013 un nuovo progetto sui green port che affronterà in particolare il tema dell'utilizzo delle energie rinnovabili per la mobilità sostenibile nelle aree portuali.

Il convegno è stato concluso dall'Assessore Regionale Giancarlo Muzzarelli che ha apprezzato gli obiettivi di Powered e ha sottolineato come questi si intreccino strettamente con la strategia regionale, che in questi anni ha prodotto primi importanti risultati, per l' efficienza energetica e lo sviluppo delle energie rinnovabili in coerenza con gli obiettivi europei e più in generale per un legame sempre più stretto tra politiche innovative per lo sviluppo e politiche per la sostenibilità ambientale.