Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Apertura straordinaria, dal 7 al 28 ottobre 2013, del Castello di Sannicandro,  all'interno del quale saranno esposti gli itinerari turistici di tutti i Paesi dell'Adriatico coinvolti nel Progetto  ADRISTORICAL LANDS, finanziato nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea  IPA Adriatico 2007-2013, e che vede la Provincia di Bari quale partner.

ADRIATIC SIDE: questo il nome scelto per i sei interventi nel Castello di Sannicandro di Bari degli artisti chiamati  dalla Provincia di Bari a confrontarsi su di un tema comune: il rapporto con il mare adriatico, protagonista del progetto di cooperazione.

Adristorical Lands, difatti, mira a promuovere l’utilizzo dei valori culturali delle due sponde dell’Adriatico, al fine di creare un'identità territoriale comune per lo sviluppo del turismo. L’idea è quella di valorizzare i piccoli borghi medievali, le città murate, i castelli e le dimore storiche presenti nei territori coinvolti.

“L'arte contemporanea - evidenzia il Vice Presidente della Provincia Nuccio Altieri - ormai permea tutte le grandi capitali del turismo internazionale rappresentando un segno tangibile di un linguaggio universale che unisce il nostro tempo. L'interazione con lo straordinario passato di cui è ricca la nostra terra rende l'Italia e la Puglia oggi uno dei più ricercati attrattori turistici al mondo. Questa è l'idea di arte e di cultura che ormai da oltre quattro anni sto cercando di consolidare in Terra di Bari con grandi risultati in termini di crescita sociale ma anche economica, perché sono certo che il turismo e la cultura sono tra le più influenti leve per il rilancio del Paese”.

La curatrice del progetto Fausta Maria Bolettieri, ha scelto ed invitato sei artisti provenienti da Italia, Croazia, Slovenia e Polonia: Iva Ćurić, Marcin Fajfruk, Gašper Jemec, Stefano Romano, Jolanda Spagno, Giuseppe Teofilo. Il dichiarato intento curatoriale è stato far produrre agli artisti un progetto ad hoc per gli spazi espositivi del Castello di Sannicandro. Un progetto strettamente connesso al mare Adriatico, visto come componente fondamentale dello sviluppo socio-culturale ed economico della Puglia, delle Regioni italiane e di tutti i Paesi trans-frontalieri che su di esso si affacciano e che sono direttamente coinvolti nel progetto (Albania, Montenegro, Slovenia, Croazia, Bosnia-Herzegovina).

E proprio la cooperazione sarà protagonista all’interno dello splendido maniero, attraverso l’esposizione degli itinerari turistici delle aree interessate dal progetto. Attraverso il tema del mare e dei castelli, in maniera trasversale, gli artisti interpretano, dunque, la forza dirompente di questo “grande lago”, ma soprattutto l’impatto che esso ha avuto nella società contemporanea. Il risultato è stata la creazione all’interno degli enormi spazi del Castello, di un ordinato microclima, grazie agli interventi site specific degli artisti: ogni opera ha la sua dimensione ed i suoi spazi che coesistono in un equilibrio perfettamente precario.