Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Sarà in Puglia dal 24 al 27 giugno 2014 per una visita di studio organizzata dal Servizio Mediterraneo della Regione Puglia, la delegazione turca coinvolta nel Programma Town Twinning, Tra gli obiettivi principali del Programma quello di migliorare la capacità dei Governatorati turchi di operare secondo standard europei.

Fitto il calendario di appuntamenti, che spaziano nei vari settori di interesse, selezionati in vista di una futura cooperazione Puglia-Turchia: energia, agricoltura sostenibile, settore lapideo, inquinamento acque e sistemi di irrigazione sostenibile, difesa della biodiversità, innovazione, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.

Il primo incontro ufficiale, con ’Assessore regionale al Mediterraneo Cultura e Turismo Silvia Godelli, si svolgerà a Bari martedì 24 giugno alle ore 10.00 nella Mediateca regionale. La delegazione turca, proveniente dalla provincia di Amasya, sarà guidata dal vice Governatore Suat Seyitoğlu; ne fanno parte; İsmail Kazan, vice Sindaco; Erdin Güden, coordinatore della  Middle Black Sea Development Agency; Murat Şimşek, esperto della Middle Black Sea Development Agency; Saide Fatma Okudan, esperto dell’Amasya Governorate.

L’iniziativa fa parte del Project (VabPro) – EU/Turkey Town Twinning Programme, orientato a costruire partnership tra Autorità locali europee (città, province, regioni) e governatorati turchi, per scambiare esperienze su processi di sviluppo realizzati secondo standard comunitari a livello locale. Dalla Regione Puglia, a questo proposito, è venuta la promessa di un contributo in termini di trasmissione di buone pratiche e di know-how, nell’ambito della pianificazione strategica dello sviluppo locale e della gestione di programmi e progetti finanziati dall’UE.