Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Aperta la procedura telematica per la fornitura di 1 bus a trazione elettrica pura con Classe omologativa “I” da utilizzare per il trasporto pubblico urbano presso il Comune di Sant’Agata di Puglia (FG), Comune selezionato nel territorio pugliese per l’applicazione e la sperimentazione di modelli sostenibili di gestione e utilizzo delle risorse energetiche, nell’ambito del Progetto Strategico “ALTERENERGY” (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities).


L'importo a base d'asta è di € 280.000,00 iva esclusa.

Termine ultimo per la presentazione delle offerte è fissato per  il 23/06/2015, ore 12:00.

Maggiori informazioni sulla procedura sono disponibili a QUESTO LINK.

ALTERENERGY (Energy Sustainability for Adriatic Small Communities) è un Progetto Strategico finanziato nell’ambito del Programma Transfrontaliero IPA Adriatico 2007-2013. Dispone di un budget complessivo pari a 12,5 Mln di Euro e intende contribuire agli obiettivi comunitari su clima ed energia “20-20-20” attraverso la promozione della sostenibilità energetica nelle piccole comunità adriatiche, migliorando la capacità di pianificare e gestire azioni integrate di risparmio energetico e produzione di energia da fonti rinnovabili.
Il Servizio Mediterraneo della Regione Puglia è capofila del progetto, con il supporto scientifico dell’Agenzia Regionale per la Tecnologia e Innovazione (ARTI Puglia). L’iniziativa, avviata nel settembre 2011 e con una durata di 4 anni (fine lavori dicembre 2015), conta su un partenariato di 18 organizzazioni, composto da Regioni, Ministeri ed Agenzie governative per l’energia appartenenti a tutti i Paesi dell’area Adriatica: Italia (Puglia, Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise, Veneto), Albania, Bosnia Herzegovina, Croazia, Grecia, Montenegro, Serbia e Slovenia.
Ben 63 piccole comunità selezionate dal partenariato ALTERENERGY in tutta l’area adriatica sono state coinvolte in un processo virtuoso che vede l’attivazione di investimenti materiali ed immateriali – in particolare 2 interventi infrastrutturali pilota, in Puglia e Albania, e 6 azioni dimostrative in Bosnia Herzegovina, Croazia e Grecia  – con una serie di ricadute positive in termini culturali, sociali, turistici, tecnologici e pedagogici, oltre che di sviluppo economico locale ed internazionalizzazione dei settori produttivi. Punto di forza: la metodologia applicata e basata sulla consultazione e l’approccio partecipato con il coinvolgimento di amministrazioni pubbliche responsabili delle politiche energetiche locali, cittadini, operatori economici, università, istituti di ricerca, agenzie per l'energia e media.
L’ambizione è quella di attivare una vera e propria “comunità adriatica delle energie rinnovabili”, un prestigioso network internazionale al fine di realizzare modelli replicabili, ottimizzare politiche e risorse finanziarie, contribuire alla strategia dell'UE "20-20-20", non solo in merito al tema dei cambiamenti climatici e della sostenibilità energetica ma anche dell’occupazione e degli investimenti in ricerca e sviluppo.
Sito web: www.alter-energy.eu