Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

A Dubrovnik, in Croazia, si è svolto il Comitato Esecutivo dell'Euroregione Adriatica sotto la Presidenza di Michele Iorio (presidente Regione Molise) che ha presentato le Linee Programmatiche della sua Presidenza al Comitato. Si tratta di un Programma di azioni che intende vedere  l'organismo interregionale quale interlocutore attento, interessato e partecipe delle varie iniziative in essere a livello comunitario ed internazionale nel bacino Adriatico e Ionico.


Iorio ha sottolineato la positiva coincidenza della riunione del Comitato Esecutivo dell'Euroregione con il referendum che ha visto la Croazia esprimersi positivamente per l'adesione all'Europa. "Siamo felici di constatare - ha detto Iorio - che il popolo croato con molto entusiasmo e partecipazione ha voluto dare il proprio consenso a costruire il futuro della nazione in una logica comune europea. Di tale entusiastica convinzione noi, come Euroregione, avevamo avuto grossa testimonianza negli anni da parte delle comunità  croate che hanno voluto partecipare attivamente ai nostri programmi e iniziative, molte delle quali di interesse e di prospettiva europea".

Si avvia dunque una nuova fase dell'Euroregione che dovrà agganciare, svolgendo un ruolo attivo e da protagonista, tutte le iniziative messe sul tappeto, ricercando collaborazioni, programmazioni comuni e prospettive per una maggiore aggregazione della presenza del Network su tutti i tavoli interistituzionali in atto. "Dal dibattito è anche emersa - ha aggiunto Iorio - una piena condivisione da parte di tutti delle idee che sostengono la strategia Macroregionale Adriatico-Ionica. Sono queste le basi su cui possiamo agevolmente lavorare e impegnarci, ritenendo tale azione parte attuativa del programma dell'Euroregione Adriatica".