Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Promuovere processi di sviluppo socio-economico locale, stabile ed equo, nelle province argentine di Buenos Aires, Santa Fé, Còrdoba e Mendoza è l’obiettivo prioritario del Programma FOSEL (Formazione per lo Sviluppo Economico Locale).


Il primo incontro del CIC – Comitato di Indirizzo e Controllo, convocato per il 9 settembre 2010 a Buenos Aires, presso la sede del Ministerio de Relaciones Exteriores, Comercio Internacional Y Culto e presieduto dall’Ambasciatrice Julia Estela Levi, segna l’avvio ufficiale del Programma, con la presentazione del Quadro Istituzionale e dei Piani Operativi Annuali e l’approvazione dei Piani di Azione quadrimestrali. Presente una delegazione della Regione Puglia, formata dal dirigente del Servizio Mediterraneo Bernardo Notarangelo e dal Capo di Gabinetto Francesco Manna.

Il Programma, che si sviluppa attraverso un articolato intervento di formazione ed assistenza tecnica, punta in particolare al rafforzamento dei sistemi locali di sviluppo argentini, favorendo il radicamento e il consolidamento di esperienze di sviluppo locale, dell’identità territoriale, della coesione sociale e l’avvio di sinergie fra le istituzioni locali.

Capofila è la Regione Puglia, che partecipa insieme a: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Piemonte, Toscana, Umbria. Prevista anche l’adesione della Regione Lazio.

 

 

Redazione Europuglia