Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Visita di studio in Epiro per una delegazione italiana, composta da partecipanti provenienti dai Comuni di Cellino San Marco e Guagnano, nell’ambito del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia -Italia 2007-2013 ed in particolare del progetto  “Wine Net – Cross border network for the promotion of wine products”.


L’attività ha rappresentato una significativa occasione di integrazione tra i cinque partner di progetto - Epirus SA, Regione Epiro, Comune di Konitsa, Comune di Cellino san Marco, Comune di Guagnano - oltre che un momento di confronto tra amministratori locali, tecnici, imprenditori, operatori di settore, associazioni e cittadini. La delegazione, guidata dal primo cittadino di Guagnano, Ing. Fernando Leone e dall’assessore Gabriele Elia di Cellino san Marco, è stata coordinata da Alessandra Miccoli, nella duplice veste di Project Manager e Coordinatrice Tecnico Scientifica delle attività, oltre che ideatrice del progetto stesso. Presenti anche i delegati di progetto: Danilo Verdoscia, Andrea Leuci, Raffaele De Luca e Daniele Orsini.

La visita di studio “WinEllas: the tour” è stata programmata tenendo conto delle peculiarità e delle naturali vocazioni dei territori ospitanti. I partecipanti, infatti, hanno avuto modo di confrontarsi e scambiare le proprie esperienze ed opinioni in materia di vitivinicoltura, ma anche su argomenti di più ampia portata, spaziando dalle criticità del settore agricolo all’attuale crisi economica globale ed alla conseguente necessità di pianificare azioni strategiche per valorizzare in maniera congiunta i prodotti ed i territori.

Le attività hanno avuto inizio con una conferenza di presentazione del territorio ospitante, durante la quale sono stati proposti interventi specifici effettuati da parte di esperti e addetti al settore. Ricchissimo ed impegnativo il palinsesto, che ha visto alternarsi incontri istituzionali, meeting tecnici, sopralluoghi, degustazioni di prodotti enogastronomici greci ed italiani e momenti di pura convivialità durante i quali è emersa con particolare evidenza la comune radice culturale. Interessanti, inoltre, gli incontri istituzionali svoltisi a Zitsa e Metsobo, dai quali è emersa la possibilità di un ampliamento della rete di cooperazione transfrontaliera in occasione delle prossime call for papers.

Prossimo step sarà la prima visita di studio da parte della delegazione greca nei territori pugliesi, dove avranno modo di apprezzare l’eccellenza delle produzioni vitivinicole locali e della gastronomia in genere, in una cornice di arte e cultura che rende uniche, in particolare, le Terre del Negroamaro.