Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è svolto a Villa Castelli l’incontro pubblico di presentazione del Progetto ThiroPedia, con le istituzioni, gli operatori del settore della caccia, le associazioni venatorie, le associazioni ambientaliste e i cittadini. Il progetto è finanziato nell’ambito del Programma Europeo di Cooperazione Territoriale Grecia - Italia 2007/2013 e mira alla promozione di un modello sostenibile di caccia in paesi in cui è praticata.


Le attività consistono nella raccolta di dati sulla flora e la fauna selvatica nel territorio della Puglia e dell’Epiro, in Grecia, oltre che sulle norme vigenti, per la costruzione di un portale interattivo consultabile presso i Centri di Educazione Ambientale, che saranno realizzati ad Erchie e Ioannina. I risultati saranno altresì diffusi in workshop, mediante la distribuzione di CD per studenti ed altro materiale divulgativo e di sensibilizzazione.

Inoltre sarà prodotta una brochure informativa che sarà distribuita insieme alle licenze di caccia in entrambi i paesi transfrontalieri, in tre lingue (italiano, greco ed inglese), al fine di informare i cacciatori sulle regole e le prescrizioni vigenti nei due paesi.

L’incontro si è aperto con la presentazione del progetto e l’illustrazione dell’attività di raccolta dati da parte dello staff tecnico di coordinatori e rilevatori. Hanno partecipato Francesco Nigro, Sindaco di Villa Castelli, Massimiliano D’Angela, Assessore Attività Produttive di Leverano e Giampiero Mancarelli, Assessore Ecologia e Ambiente della Provincia di Taranto, ente di gestione del Parco delle Gravine. Sono intervenuti, tra gli altri, i rappresentanti delle associazioni venatorie locali che, esprimendo disponibilità a collaborare per lo sviluppo del progetto, hanno illustrato la situazione attuale dell’attività e le relativa problematiche.