Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Con il lancio e la pubblicazione del bando aperto a tutti gli artisti operanti nel territorio della Puglia, nei giorni scorsi è entrato nel vivo il progetto ADRION ART, le cui attività sono finanziate dal Programma di Cooperazione Transfrontaliera Grecia-Italia 2007-2013, co-finanziate dall'Unione Europea (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e da fondi nazionali di Grecia e Italia.

La Public Benefits of Enterprise Culture, Environment, Youth and Athletics of the Municipality of Ioannina e l’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo di Lecce sono gli ideatori del progetto, vi partecipano anche il Comune di Igoumenitsa, il Comune di Parga, l’Università Ionia, con sede a Corfù (Gr) .

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti: Adriana Poli Bortone, presidente dell’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo; Ruggero Martines, responsabile scientifico del progetto Adrion Art; Mauro Martina, direttore dell’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo; Salvatore Grisafi, responsabile della progettazione dell’architettura del database; Luigi Coclite, Assessore al turismo, marketing territoriale, spettacoli ed eventi del comune di Lecce; Alessandro Delli Noci, Assessore all’innovazione tecnologica, politiche comunitarie, politiche giovanili, politiche per  il lavoro e formazione professionale del Comune di Lecce,

“Finalità fondamentale del progetto ADRION ART - ha spiegato la Senatrice Poli Bortone - è l’individuazione degli attori nel settore delle arti, con particolare attenzione a coloro che vivono e operano nell'area transfrontaliera, nonché la promozione delle loro creazioni attraverso l'utilizzo di tecnologie informatiche innovative, che consentano di espandere il mercato”.

“Punto di partenza e fulcro del progetto - ha evidenziato Martines - è la creazione di un grande database, condiviso dai partner greci e italiani, per identificare, selezionare e valorizzare artisti locali contemporanei, attivi e/o operanti nella regione della Grecia occidentale e della Puglia. Sarà costituita in questo modo una banca dati multilinguistica e unica nel suo genere, strumento indispensabile per comporre una "mappa culturale" completa di tutte le arti per i territori di riferimento, e, insieme, collettore di esperienze artistiche diverse e molteplici, ma tutte accomunate dall’appartenenza alla cultura mediterranea” .

“La banca dati – ha continuato  Martines - è stata concepita come un vero e proprio catalogo della creatività del Mediterraneo, aperto a tutti gli operatori nel settore delle arti visive, dell’architettura, dell’iconografia, dell’oreficeria, della scultura, della pittura, del teatro, della ceramica, del cinema, della musica, del canto, della letteratura, della poesia, della danza, del design, della grafica, della fotografia, dei "mestieri artistici”, del mosaico e di qualsiasi altro settore delle arti e della creatività”.

L'attività di “censimento” degli artisti è finalizzata all' individuazione delle personalità emergenti nel panorama culturale e artistico dei territori di riferimento e alla raccolta di dati personali, curriculum vitae, foto rappresentative della loro attività. Il progetto prevede la catalogazione e schedatura di 1000/1200 artisti e la raccolta di 4500/5000 fotografie e immagini.

“Gli interessati  - ha spiegato il Salvatore Grisafi  - possono accedere e iscriversi gratuitamente al database, compilando in tutte le sue parti, il form on-line scaricabile dal sito www.agenziaeuromed.it . Le iscrizioni rimarranno aperte fino al 15 luglio 2013 e, comunque, sino al raggiungimento del tetto di iscrizioni previste dal progetto. Non è prevista alcuna forma di selezione, verranno escluse soltanto le proposte che non rientrano nelle materie artistiche previste o che non presentino un livello di originalità  o maturità artistica sufficiente” .

Dall’incontro fra arte e tecnologia e grazie all'applicazione delle più moderne tecnologie, l'utilizzo di video e immagini a 360 gradi, nascerà il portale internet del progetto, vera e propria galleria d’arte e, al tempo stesso, piazza virtuale, concepito come una sorta di “market-place on line” dove far confluire dati e immagini raccolti nel database, e grazie al quale gli artisti potranno esprimersi e farsi conoscere. 

“Un comitato scientifico, ha rilanciato la Sen. Poli Bortone – sarà successivamente costituito per la selezione delle personalità artistiche d’eccellenza . Una mostra/evento verrà, poi, dedicata alla rosa di opere provenienti dalla grande galleria d’arte di ADRION – ART, prescelte dagli esperti  e che sarà allestita nei suggestivi spazi dell’Ex Conservatorio Sant’Anna, a Lecce, sede dell’Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo. Tali opere saranno, inoltre raccolte in un catalogo che sarà anche scaricabile dal portale web del progetto e dalla sezione dedicata del sito www.agenziaeuromed.it”.

Per iscriversi al database di progetto consulta il icon Bando Adrion Art 2013 (382.62 kB)