Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

“Oggi più che mai, soli non si va da nessuna parte” – è il commento di Mariella Milani, presidente del Consorzio di gestione dell’Area marina protetta di Torre Guaceto, che il 21 settembre scorso ha ospitato un evento “molto speciale” –"Il mare che ci unisce” - organizzato dall’Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Territoriale Europea Grecia-Italia 2007-2013 in collaborazione con il Servizio Mediterraneo della Regione Puglia per celebrare la Giornata Europea della Cooperazione 2013.

Si è trattato di una iniziativa congiunta che in Grecia ha avuto luogo a Igoumenitsa e Corfù ed ha previsto lo scambio - su barchette di carta impermeabile costruite e messe in mare dai bambini delle scuole velistiche locali - di messaggi di cooperazione tra i due Paesi, con parole-chiave come amicizia, coesione, visione, cooperazione, prospettiva, innovazione, accessibilità, cultura, turismo, pari opportunità, ambiente, sviluppo.

Ad animare l’evento gemello a Torre Guaceto c’era un gruppo di bambini della Scuola Elementare N. Brandi di Carovigno che, accompagnati dai loro insegnanti,  hanno messo in mare  barchette portatrici di messaggi di cooperazione realizzate in classe ed hanno assistito alla messa in libertà di una tartaruga marina.

Il bel racconto della giornata è ora online su you tube, nel video "European Cooperation Day 2013. Sharing borders, growing closer: Be part of it!"

Perché cooperazione vuol dire abbattere frontiere, condividere visioni, ma soprattutto “partecipare”, per crescere insieme.