Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Si è conclusa con successo la due giorni di lavori che ha visto coinvolte le Autorità Portuali di Igoumenitsa, Patrasso, Corfù e del Levante, nell’ambito del progetto strategico Arges (pAssengeRs and loGistics information Exchange System). L’incontro tecnico ha visto la partecipazione dei Presidenti delle tre Autorità Portuali greche Vasilios Diamantis per Igoumenitsa, Konstantinos Platikostas per Patrasso, Sotirios Vlachos per Corfù e Franco Mariani per l’Autorità Portuale del Levante, assieme al Comandante dell’Autorità Marittima di Bari, Giovanni De Tullio ed al Project Manager del progetto, Ing. Mario Mega.

L’evento rientra in un progetto di cooperazione attraverso il quale le Autorità Portuali coinvolte uniformeranno e potenzieranno i loro sistemi informatici, partendo dalle attività svolte nell’ambito del progetto GAIA, che hanno già consentito la creazione del nucleo principale del nodo informativo transfrontaliero.

Il progetto ARGES, finanziato nell'ambito del Programma di Cooperazione territoriale europea Grecia-Italia 2007-2013,  si basa su una visione strategica globale del sistema dei porti dell’adriatico-jonico e tende a realizzare concretamente una strategia di integrazione tra i sistemi informativi dei porti greci ed italiani. Fra le attività di progetto, poi, è prevista la creazione per il Porto di Bari di un prototipo di Sportello Unico Marittimo, per la gestione semplificata informatizzata delle formalità di arrivo e partenza delle navi, attività questa, svolta con il supporto diretto del Comando Generale delle Capitanerie di Porto e della Guardia Costiera Italiana, e che consentirà al Porto di Bari di essere tra i primi porti italiani ad attuare i dettami della Direttiva Comunitaria n. 65/2010 che obbliga tutti i porti europei ad aggiornare la modalità di gestione delle pratiche amministrative navi/porto a partire da giugno 2015.

L’incontro tecnico, che ha rafforzato la sinergia e la collaborazione tra tutti gli attori coinvolti nel progetto, ha sottolineato, inoltre, l’importanza del risultato che si vuole raggiungere con ARGES, definito strategico per lo sviluppo del settore del trasporto marittimo e dei suoi operatori.