Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa uso di cookie (tecnici e analitici ad essi assimilabili) per migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito stesso. Oltre ai precedenti il presente sito contiene componenti di terze parti (Google maps, Facebook, Issuu, Twitter, Youtube) che utilizzano cookie di profilazione a fini pubblicitari per i quali è necessario prestare il consenso. Può conoscere i dettagli cliccando sul pulsante "Cookie Policy". Proseguendo nella navigazione nel sito si accetta l'uso di tutti i cookie di terze parti precedentemente elencati.

Nell’ambito del Programma di Cooperazione territoriale Europea Grecia-Italia 2007/2013, il 9 aprile 2014 alle ore 9:30, presso il Comando generale del Corpo delle capitanerie di Porto a Roma si terrà il kick-off€ meeting del progetto ARGES (pAssengeRs and loGistics information Exchange System).

Il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto è partner del progetto assieme alla Regione Epiro, che è il Lead Partner, alle Autorità Portuali del Levante, di Igoumenitsa, Patrasso e Corfù, al CTI-Computer Technology Institute and Press ‘Diophantus’, al Politecnico di Bari, alla Provincia BAT, al Centro Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici.

L’evento rientra in un progetto di cooperazione attraverso il quale le Autorità Portuali coinvolte uniformeranno e potenzieranno i loro Port Community Systems (PCS) partendo dalle attività svolte nell’ambito del progetto GAIA, che hanno già consentito la creazione del nucleo principale del nodo informativo transfrontaliero.

Il progetto ARGES si basa su una visione strategica globale del sistema dei porti dell’adriatico-jonico e tende a realizzare concretamente una strategia di integrazione tra i sistema informativi dei porti greci ed italiani.

Fra le attività di progetto è prevista la creazione per il Porto di Bari di un prototipo di Sportello Unico Marittimo, per la gestione semplificata informatizzata delle formalità di arrivo e partenza delle navi, che colloquierà con il PCS GAIA e con il nodo transfrontaliero. Questa attività, svolta con il supporto diretto del Comando Generale delle Capitanerie di Porto-Guardia Costiera Italiana, consentirà al Porto di Bari di essere tra i primi porti italiani ad attuare i dettami della Direttiva Comunitaria n. 65/2010 che obbliga tutti i porti europei ad aggiornare la modalità di gestione delle pratiche amministrative navi/porto a partire da giugno 2015.

Per motivi organizzativi, in caso di partecipazione, è necessario dare conferma via e‐mail ai seguenti indirizzi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Per informazioni sul progetto si può far riferimento all’Arges Office attivato in Bari (C.so De Tullio 1 – Banchina Massi – Porto di Bari - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)